Sul volto dell’attrice americana i segni del tempo, gli abusi di droghe e i troppi ricorsi alla chirurgia estetica

Melanie Griffith

L’età si fa sentire per tutti, ma per Melanie Griffith, una vita all’insegna di eccessi e ritocchi di chirurgia estetica, l’età si fa anche vedere. Nelle foto scattate di recente nel corso di un evento pubblico a Los Angeles l’attrice lanciata negli anni ’80 dal film “Una donna in carriera” appare irriconoscibile.

Cinquantaquattro anni, la Griffith, ex moglie di Don Johnson e attuale compagna di Antonio Banderas, non ha mai fatto mistero dei numerosi interventi chirurgici a al proprio viso e nel corpo.

Ed è di dominio pubblico l’abuso di alcol e droghe che l’hanno portata più di una volta in un rehab.

Nel 2009, Griffith ha dovuto anche subire un trattamento per combattere i primi segni di un tumore alla pelle.

Ma dopo anni burrascosi, tra clinica di disintossicazione, problemi di dipendenza da farmaci, alcol, droghe e foto circolate sui tabloid con il viso deturpato, Griffith sembra intenzionata a far ripartire la sua carriera. L’attrice dovrebbe partecipare a uno show televisivo scritto dal marito Banderas.

Resta, insomma, l’immagine triste e sbiadita di una bellissima donna che è stata sopraffatta non solo dal tempo ma dalla sua stessa autodistruzione. Una diva che non ha saputo tenere a freni gli eccessi, forse vinta anche dalle comprensibili invidie dell’aver sposato due grandi attori, considerati tra i bellissimi della storia di Hollywood.

 [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Os40bz0Ehjg[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti