Tra interviste e diritti media americani scatenati in offerte milionarie per ottenere rivelazioni da Amanda

Amanda Knox

Amanda Knox e Raffaele Sollecito: si è chiusa con l’assoluzione la loro vicenda che ha dominato i media italiani e americani? Forse no, comincia ora…

A Perugia per la sentenza erano accreditati circa 400 giornalisti di tutto il mondo, in gran parte americani. A processo ancora aperto, Ashley e Delaney, sorelle minori di Amanda, sono state ospitate nella camera d’albergo della giornalista della Abc americana Nikki Battiste. Quasi tutti i media americani stanno corteggiando, sembra a suon di offerte milionarie, Amanda per ottenere da lei un’intervista. Secondo alcuni calcoli, Amanda Knox vale dal punto di vista mediatico dieci milioni di dollari, tanto sarebbe la cifra che mette insieme intervista esclusiva e diritti per un libro autobiografico.

Allora, quando avvenne il tragico delitto di Meredith Kercher, Amanda e Raffaele erano fidanzati. Dall’America è già arrivato l’invito: la famiglia Knox lo aspetta a Seattle. L’invito è stato fatto pubblicamente dal padre Curt parlando all’emittente Cnn: venite da noi, Raffaele e i tuoi genitori.

Secondo il quotidiano inglese The Sun durante la sua detenzione in carcere Amanda avrebbe subito molestie sessuali, solo psicologiche. Secondo quanto scritto dal giornale, Amanda avrebbe detto che un funzionario del carcere le chiedeva dell’omicidio Meredith e poi passava al sesso: “Cercava di provocarmi facendomi parlare di sesso. Ero sorpresa e scandalizzata. Sembrava volesse mettermi alla prova, per capire se ero un’assassina, come lui supponeva, voleva sapere con chi ero andata a letto forse per riferire il nome di altri sospetti”.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xlh27e_il-fratello-di-mez-chi-ha-ucciso-con-guede_news[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti