A gennaio Zlatan in Spagna: lo Special One punta a riformare l’accoppiata che all’Inter vinse lo scudetto

Zlatan Ibrahimovic

Ecco la verità sul “mal di pancia”. Ci risiamo. Ibra ha voglia di fare le vali­gie, di cambiare aria, di lasciare dopo appena due sta­gioni (in perfetta media con la sua carriera spalmata su Malmoe, Ajax, Juventus, Inter, Barcellona e Milan) la sesta squadra del suo curriculum.

Lo sfogo della scorsa settimana nel ritiro della Nazionale svedese, che aveva accarezzato in alcuni passaggi personali i confini della depressione, sembra sia stato innescato da un corteggiamento assiduo del suo allenatore pre­ferito, Josè Mourinho.

Una manovra che è stata pa­ventata sia dai media svedesi che da quelli spagnoli proprio all’indomani della confessione-choc. Zlatan vuole il Real e se ne vuole andare già alla riapertura del mercato, a gennaio: si potrebbe profilare un’operazione che porterebbe Kakà e Khedira in rossonero e lo svedese a Madrid.

Ibrahimovic aveva anche dichiarato, in un’intervista nello scorso febbraio, che «per Mourin­ho avrei ucciso, per le motivazio­ni che mi ha dato, per come mi ha stimolato. Se non hai qualcu­no che ti motiva, non sei portato a lottare ed è per questo che esi­stono gli allenatori».

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=IZuRyyXfmi8&feature=related[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti