Lo svedese:  “mi dispiace, non mi diverto più, non ho la grinta di un tempo”. Galliani e Berlusconi preoccupati

Zlatan Ibrahimovic

Dalla Svezia arriva il campanello d’allarme che i tifosi milanisti non avrebbero voluto sentire.

E’ uno Zlatan Ibrahimovic preoccupato della sua situazione a livello di stimoli e fisica ed è lo stesso numero 11 rossonero a dirlo: “Con l’età bisogna curarsi di più. Quando ero giovane se sentivo dolore o problemi riuscivo comunque a calciare in porta da 40 metri. Ora non funziona così, adesso devo riscaldarmi per bene e fare tutto il resto prima di calciare. Sto invecchiando”.

Ibra poi prosegue affermando che: “Non sto scherzando sulla mia situazione e mi dispiace parlarne così spesso. Mi dispiace dirlo, ma non ho la stessa grinta che avevo prima e mi divertivo di più alcuni anni fa. Oggi è diventato tutto routine anche se mi diverto ancora, godo ancora ma non mi vedrete in campo con i capelli bianchi e giocare fino a rovinarmi, voglio ritirarmi quando sarò ancora al top. Non è detto che ci riesca ma è questo il mio obiettivo”.

Le parole dello svedese sono cariche di un segnale che deve preoccupare perché: “Prima il calcio era tutto per me. Non pensavo ad altro e certe volte non andavo nemmeno a scuola per giocare. Adesso non è più così, mi interessano altre cose e per giocare a pallone in giardino con i miei figli mi sforzo tantissimo e tocca alla babysitter giocare con loro. Non credo che vogliano fare i calciatori da grandi, forse il piccolo che è molto aggressivo e assomiglia al padre (ride)”. Infine, alla domanda se il ritiro è dietro l’angolo, Zlatan risponde così: “No, non mi ritirerò a breve, giocherò ancora per un po’”.

Le dichiarazioni di Ibrahimovic, arrivate dal ritiro della nazionale svedese dove si trova per il doppio impegno contro Finlandia e Olanda che potrebbe dare la qualificazione ai play-off per l’Europeo 2012 alla Svezia, hanno subito fatto scattare il campanello d’allarme in casa rossonera.

Adriano Galliani, insieme a Massimiliano Allegri, nella serata di ieri, dove i due erano a cena, hanno tirato su il telefono e hanno chiamato l’attaccante per farsi dire quale fosse effettivamente il senso delle sue parole.

Il contenuto della telefonata è ovviamente top secret ma c’è da credere che l’amministratore delegato e l’allenatore rossoneri abbiano voluto avere delle risposte precise da Zlatan che, in questo Milan, è uno degli uomini fondamentali e, come tale, ha un certo peso specifico su tutto l’ambiente e le sue dichiarazioni non hanno di certo buttato acqua sul fuoco sul delicato momento della squadra dopo la debacle di Torino.

Anche Silvio Berlusconi si sarebbe intrattenuto al telefono con Zlatan Ibrahimovic, raccomandandogli curiosamente anche di tagliarsi i capelli. Lo svedese, infatti da questa estate, ha sfoggiato un nuovo look, con codino in perfetto stile guerriero.

Il Premier italiano, si sa, ha sempre riservato molta attenzione all’aspetto esteriore: già lo scorso anno consigliò a mister Allegri di darsi una sistemata ai capelli. E per il Cavaliere – che di capelli se ne intende – anche un nuovo taglio potrebbe servire a mettersi alle spalle le recenti sfortune.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=s3Scep9hYwE[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti