Il deputato indica Costa suo successore. La decisione dopo ok a divieto pubblicazione fino a udienza filtro

Giulia Bongiorno

Giulia Bongiorno si è dimessa da relatrice del ddl intercettazioni. La decisione è stata presa in seguito all’approvazione a maggioranza, nel corso del comitato dei nove della commissione Giustizia di Montecitorio, dell’emendamento Costa-Contento che prevede il divieto di pubblicare intercettazioni fino all’udienza filtro. Il governo aveva dato parere positivo alla proposta di modifica. La stessa Bongiorno ha indicato Enrico Costa (Pdl) come nuovo relatore.

Unite dalla tragica scomparsa dei loro cari Ilaria Cucchi, Patrizia Moretti, Lucia Uva e Domenica Ferrulli si sono date appuntamento questa mattina sotto la Camera dei deputati per urlare a gran voce il proprio no alla legge sulle intercettazioni in discussione a Montecitorio.

Davanti ai volti, alcuni insanguinati, di Federico, Stefano, Giuseppe e Michele, hanno chiesto senza mezze parole “che i politici tornino ad occuparsi della gente e non delle proprie cose private”. Per spiegare i danni derivanti dall’approvazione della legge sulle intercettazioni, le quattro donne hanno portato i propri tragici casi: “Se fosse stata in vigore questa legge – hanno spiegato – nessuno dei nostri casi giudiziari sarebbe diventato tale”.

© Riproduzione Riservata

Commenti