L’associazione taorminese lancia un ricco cartellone eventi nella “Perla dello Jonio” sino al 29 aprile 2012

Taormina di sera

Al via “Omaggio a Taormina”, rassegna di eventi che avrà luogo nella località jonica per sette mesi, in un lungo periodo per tradizione definito di “bassa stagione”.

Il cartellone delle manifestazioni è a dir poco ampio e si articolerà attraverso un ampio ventaglio di appuntamenti sino al 29 aprile 2012: 23 esposizioni d’arte visiva con ben 3 artisti “targati” Biennale di Venezia, 19 eventi musicali e diversi incontri letterari in programma; ambedue le Orchestre“ufficiali” della città, compresa quella juniores, coinvolte insieme ad altre 6 associazioni culturali; 8 le blasonate “locations” sedi di eventi, dal trecentesco Palazzo dei Duchi di S.Stefano, sede della “Fondazione Mazzullo”, alla massiccia fortezza-Cattedrale dedicata a S. Nicolò di Bari del XV° Secolo.

Un progetto – come ha tenuto a sottolineare il presidente di “Arte & Cultura a Taormina”, Maria Teresa Papale – che vede un centinaio di artisti taorminesi (di nascita, d’adozione, per scelta di vita o d’amore) riunirsi, per la prima volta, sotto un’unica egida ed offrire alla città, ed ai suoi ospiti, un susseguirsi di performances, concerti, mostre di grande respiro.

Rosalba Leonardi, già presente al “Padiglione Sicilia” sede di Siracusa della Biennale, ha firmato il debutto di “Omaggio a Taormina”: il 1° ottobre scorso, al Palazzo Duchi S. Stefano, ospitando la sua mostra di pittura e “concrezioni” “Percorso Ma-Donna”; a seguire, il 2 ottobre, nell’ex Chiesa S. Francesco di Paola, antica Cattedrale della città, la mostra “I Cunti”, organizzata dall’Associazione Dyonisos.

Sempre nel mese di ottobre, alla Chiesa di Santa Caterina, si terranno due concerti: l’8 quello del ”Taormina Ensemble”, con il mezzo soprano Carmine Elisa Moschella e il 28 “Il quintetto Orchestra a Plettro Città di Taormina”, mentre in Piazza IX aprile il 15 si scatenerà la band “XRM” di Mario Grimaudo, ed al Duomo, il 22, sarà la volta del recital melodico del maestro Filippo Arlia e del maestro Giuseppe Scigliano, dell’Associazione “Mousikè”.

La programmazione di novembre prevede tre mostre, due di fotografia – “Verso Nord” di Giuseppe Ragonese e “Scarti di Maree – Frasciameddi” di C. Elisa Moschella – ed una di pittura – “Ut Pictura Poesis” – dell’Associazione Dyonisos. Per la sezione concerti, al Duomo: il 5, concerto della pluripremiata “Orchestra a plettro Città di Taormina”, diretta dal M° Tonino Pellitteri, ed il 19 il recital a quattro mani di Tonino ed Enzo Pellitteri.

A dicembre, per la sezione visiva, Lidia Bolognari presenta la sua mostra di fotografie “Ap(pesi) Pensieri” (Palazzo Duchi S. Stefano) mentre l’Associazione Dyonisos quella di pittura “Arte sacra contemporanea (ex Chiesa S. Francesco di Paola). Unico concerto: il 19 dicembre, al Duomo, con la ”Orchestra e il Coro Giovanile Città di Taormina – Comprensivo 1”, la formazione juniores diretta dal maestro Mirko Raffone. A gennaio saranno protagoniste ben tre mostre: quella di Ghumbert di Cattolica, “Non solo caos” (Palazzo Duchi S. Stefano); di Roberto Rogika Mendolia “Street Photography” (ex Chiesa S. Francesco di Paola) e di OrSo “Portraits around the World (biblioteca comunale).

Per i concerti, al Palazzo dei Congressi gli “Shine Records”, di Vera Sorrentino e Giovanni Dall’O’, si esibiranno in melodici brani, molti di loro stessa produzione (7 gennaio), mentre al ritmo elettrizzante della “Jazz Band” di Giuseppe Ferrari canterà con Daniela Di Leo (21 gennaio). A febbraio due mostre di pittura che certamente susciteranno grande interesse. ”Arte metropolitana” che, dopo il grande successo ottenuto nel 2009 con Paul Kostabi al Palazzo Duchi S. Stefano, riporta a Taormina l’esplosione cromatica e lo stile raffinatamente “primitivo” di Thomas Berra, (ex Chiesa S. Francesco di Paola) e “La stanza del Mito” di Tila, pseudonimo sotto cui si celano due giovani artisti emergenti, la cui “ricerca” artistica affonda le proprie radici in una ancestrale mediterraneità (ex Chiesa del Carmine).

Da parte sua, Katarina Vargova, slovacca di origine, ferma scorci di paesaggi e frammenti di natura nella mostra fotografica “Go with the flow” (Biblioteca Comunale). Ancora, in concomitanza del carnevale saranno organizzati due concerti in Piazza IX Aprile. Sul palco, il gruppo rock “Night Shape” (17 febbraio) ed il gruppo Pop “Ottava Nota” (18 febbraio), mentre al Duomo, il 25 febbraio, sarà la volta di un recital lirico che si preannuncia “sold out” vista la presenza del tenore taorminese Aldo Filistad, che si esibirà accompagnato dai maestri Maria Intelisano e Agatino Scuderi. Il mese di marzo sarà inaugurato con la mostra, al Palazzo Duchi S. Stefano, delle incisioni e dei quadri di “Lo zodiaco ed oltre” di Luca Indaco, selezionato quest’anno per le Accademie di Belle Arti alla Biennale di Venezia.

Sempre a marzo, ancora due mostre di pittura: alla ex Chiesa del Carmine la denuncia, dirompente e civilmente impegnata, di “Delitti di Mafia” dell’italo-argentino Juan Miano ed alla Biblioteca comunale la personale di Francesco Calabrò. Il Duomo il 10 ospita l’esibizione degli allievi del maestro Maurizio Gullotta e il 31 il ritorno della ”Orchestra a Plettro Città di Taormina”, mentre il Palazzo dei Congressi, il 24, il recital pianistico di Giuseppe e Roberto Ferrari. Ad aprile, chiusura “col botto” della programmazione autunno-inverno dell’Associazione “Arte & Cultura a Taormina”: al Palazzo Duchi di S. Stefano è, infatti, Giovanni Iudice, l’autore de “I clandestini”, con la sua pittura, a rendere “Omaggio a Taormina”.

Seguiranno la mostra della pittrice e scultrice di origine polacca Edyta Grzegorczyk, “Riflessi di luce”; le foto e le installazioni di Turi Tudisco in “Blu”; la personale “Enneagramma” di Aykut Saribas.

E poi  “Uovo di artista”, dell’Associazione Dyonisos, con Piero Guccione a Giuseppe Colombo, da Thomas Berra a Giovanni Iudice oltre agli artisti “taorminesi”. Ciascuno creerà un “uovo d’autore”, secondo il proprio stile ed il proprio estro. Verranno messi all’asta ed il ricavato della vendita sarà devoluto al “Progetto Corazon”, cui da anni Taormina ed il suo ospedale “San Vincenzo” sono legati, progetto che organizza missioni all’estero in favore di bambini cardiopatici in attesa di intervento chirurgico.

All’interno del programma l’Associazione “La Simuletta” organizzerà delle letture con intermezzo musicale il 24 novembre e il 16 febbraio alla Biblioteca comunale.

Infine, performance alla ex Chiesa S. Francesco di Paola “Mimica e Mimetica” di Carmine Elisa Moschella – lettura e canto – & Eva Berndt, proiezioni.

© Riproduzione Riservata

Commenti