Assolta dall’accusa di aver ucciso Meredith, la ragazza è già rientrata negli Usa, subito accolta come una “diva”

Amanda Knox in conferenza stampa

Dopo quattro anni trascorsi nelle carceri italiani, Amanda Knox è tornata negli Stati Uniti atterrando all’aeroporto di Seattle con un volo British Airways che da Roma ha fatto scalo a Londra.

Ad attenderla gente comune e decine di giornalisti che hanno attribuito alla giovane una vera e propria accoglienza da star. Tanto che all’aeroporto di Seattle è stata improvvisata una cerimonia di accoglienza e una breve conferenza stampa di una stremata e commossa Amanda.

“Mi ricordano di parlare in inglese perché ho dei problemi a farlo”, ha esordito Amanda. “Sono sommersa dalle emozioni. Guardavo dall’aereo e sembrava che niente fosse vero. Per me è importante dire grazie a tutti quelli che mi hanno creduto, che mi hanno difeso e sostenuto la mia famiglia”, ha continuato la ragazza.

A Seattle, ma anche in tutta la nazione, il caso di Amanda è stato seguito con molta attenzione ed apprensione, tanto che i maggiori media americani, a partire dalla Cnn, hanno seguito giornalmente i processi e hanno trasmesso in diretta la sentenza.

Che questa vicenda abbia avuto un’incredibile quanto assurdo eco anche negli Usa, è testimoniato dal fatto che anche il talk show più visto e prestigioso, il “Dave Letterman show”, ne abbia ripetutamente parlato. Con buona pace della famiglia di Meredith Kercher, che stordita dal dolore per una sentenza molto discutibile attende ancora una verità sulla tragica notte dell’1 novembre 2007.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=H-vfVQK1OpQ&feature=player_embedded#![/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti