Annalisa Russo ha scritto ogni giorno su internet il dramma della malattia: se ne va con la forza del sorriso

Annalisa Russo e il marito Andrea

Non ce l’ha fatta Annalisa Russo. Ha perso la sua battaglia contro il tumore. Da mesi raccontava su internet sul blog “Ho il cancro” su La Stampa le sofferenze della malattia e le gioie quotidiane che la vita continuava a regalarle. Sognava normalità lontano dall’ospedale. Ma la fuga dall’incubo in cui era piombata un anno e mezzo fa, quando le venne diagnosticato un tumore ai polmoni, un anno dopo averne vinto uno al seno, non c’è stata. Annalisa si è spenta la notte scorsa.

La sua storia ha commosso l’Italia e un pezzetto di mondo: 33 anni, di Montecatini Terme, ricoverata da mesi all’hospice di cure palliative di Livorno, aveva deciso di sposarsi nella chiesa dell’ospedale livornese, il giorno di Ferragosto. Con Andrea (conosciuto pochi mesi prima che sapesse del cancro), con molti amici, medici e infermieri organizzò il matrimonio in tre giorni con tanto di torta, velo e lenzuola di raso nella stanza dell’hospice.

Un esempio di amore e coraggio che ha fatto diventare realtà la storia cinematografica de “La prima cosa bella” di Virzì e che dai letti dei reparti di Livorno finì su tutti i giornali e le tv d’Italia e non solo, visto che fu intervistata anche dalla Bbc: «Sono diventata una star» scherzava. Da due giorni Annalisa era in coma. Dai suoi ultimi post sul blog “Ho il cancro” sembrava aver capito che la fine era vicina: «Il fatto è che son giornate difficili – aveva scritto a fine settembre – Sono stanca di tutta questa sofferenza. Non c’è niente che mi vada bene, niente che migliori».

Ma il dolore ancora una volta era stato battuto dall’energia e dalla speranza: solo la morfina era capace di spegnere quella spinta propulsiva contro quella che chiamava ’la bestiaccia’, ma aveva trovato in ogni caso la forza, nell’ultimo messaggio sul blog (invaso dagli incoraggiamenti dei lettori), di ironizzare sull’ultima intervista alla tv: “Saranno famose” aveva titolato. Adesso racconterà le sue cronache da lassù.

© Riproduzione Riservata

Commenti