La crisi dilaga, situazione è sempre più drammatica nel Paese ellenico: bloccato gli ingressi di alcuni ministeri

la protesta in Grecia

Si svolge tra scioperi e disordini la missione della troika Ue-Bce-Fmi ad Atene per verificare i progressi sul fronte della riduzione del deficit. Secondo la stampa ellenica, i dipendenti pubblici greci, particolarmente colpiti dalle misure di austerity, hanno bloccato gli ingressi di diversi ministeri della capitale per protestare contro il piano del governo di ridurre gli stipendi al 60% per un anno per 30mila impiegati, con relativa messa in mobilità.

Bloccato anche l’accesso al dicastero dell’Economia nel tentativo di impedire l’ingresso ai rapprensentanti della troika per la riunione con il ministro dell’Economia, Evangelos Venizelos.

Sul piede di guerra anche i tassisti, al secondo giorno dello sciopero indetto ieri contro le liberalizzazioni; mentre le due principali organizzazione sindacali, Adedy e la Confederazione generale dei lavoratori greci, hanno indetto due giornate di sciopero il 5 e il 19 ottobre.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xldzpi_la-troika-ad-atene_news[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti