Il ministro: “io sono contraria, stiamo lavorando per sistemare normativa e sanzioni che verranno previste”

Giorgia Meloni

“Non sono d’accordo con la norma antiblog, stiamo lavorando per sistemarla. Il diritto di rettifica va assicurato, ma bisogna commisurare le eventuali sanzoni in base al media con il quale si parla”. Lo ha detto il ministro Pdl della Gioventù Giorgia Meloni, ospite del programma di Radio2 ‘Un Giorno da Pecora’.

“Si può partire dal presupposto che sia necessario il diritto di rettifica anche sui blog, ma è evidente che norma scritta con una certa leggerezza se si equipara il blog di un ragazzo ad una testata giornalistica”. Quindi qual è la soluzione a suo avviso? “Bisogna cambiare le sanzioni, non si può paragonare una testata come Corriere ad un blog, perché chi ha un blog magari non ha la redazione e magari non può rettificare in 48 ore. Dodicimila euro per il Corriere sono una cifra affrontabile, ad un ragazzo invece magari gli rovina la vita”.

Lei è ottimista, ma se non riuscisse a far modificare questa norma? “Vorebbe dire che ho fallito”. Lei usa più Twitter o Facebook? “Uso più Facebook”. E qual è il suo blog preferito? “Più che un blog, un aggregatore di blog, che si chiama Toqueville”.

© Riproduzione Riservata

Commenti