Operazione pulizia, Nesat ha provocato almeno 18 morti, i dispersi sono 35, già riaperti scuole e uffici

il tifone

E’ in corso un’imponente operazione di pulizia nelle Filippine in seguito al passaggio del tifone Nesat, che ha sferzato la capitale Manila e l’isola di Luzon, la principale del Paese. Il bilancio aggiornato – riporta la Bbc – è di diciotto vittime e trentacinque dispersi, dopo che le piogge torrenziali e potenti venti hanno alimentato le tempeste.

E’ soprattutto a Manila e dintorni che c’è stata la maggior parte dei decessi. Nesat si trova ora nel Mar Cinese Meridionale con venti di 120 chilometri orari e dovrebbe raggiungere l’isola cinese di Hainan domani sera o al più tardi all’alba di venerdì.

L’erogazione dell’energia elettrica è stata lentamente e gradualmente ripristinata nel centro di Manila, ma a Luzon circa un milione di persone è ancora senza corrente. Le squadre di soccorso stanno togliendo dalle strade rami di alberi spezzati, detriti e rottami di auto, mentre hanno riaperto scuole e uffici. A Luzon, ha segnalato il capo della protezione civile Benito Ramos, si sta procedendo alla riparazione di 61 arterie stradali danneggiate da frane e alluvioni.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xlcvmz_filippine-morti-e-distruzione-dopo-passaggio-tifone-nesat_news[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti