In manette una rumena ricercata da Interpol: tre anni fa promise sesso a un anziano a Taormina, poi lo rapinò

l'aeroporto di Roma

Giovane e spietata, adesso la sua fuga è finita. Una latitante rumena, ricercata dal 2009, è stata arrestata dai Carabinieri di Taormina: aveva rapinato due anni fa un anziano.

Nelle scorse ore è giunta all’aeroporto “Leonardo da Vinci” di Roma – Fiumicino, proveniente dalla Romania, Ciurar Teodora, 31 anni, ricercata in ambito internazionale per rapina, detenzione di sostanze stupefacenti e lesioni; ad attenderla allo scalo romano vi erano anche i Carabinieri della Compagnia di Taormina, i quali hanno proceduto alla notifica del provvedimento di esecuzione per la carcerazione, emesso il 21 luglio 2011 dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Messina.

La donna era stata arrestata lo scorso 6 settembre, a Cluj (Romania) sua città natale, dopo una complessa attività investigativa condotta dall’Aliquota Operativa del Norm della Compagnia Carabinieri di Taormina in collaborazione con l’Interpol e la Polizia rumena. La Ciurar era ricercata dal gennaio 2009 in quanto già destinataria di un provvedimento cautelare emesso il 7 gennaio 2009 dal Tribunale di Messina a seguito di una rapina perpetrata a Taormina nell’aprile 2008 ai danni di un anziano originario di Linguaglossa.

In particolare, la notte del 26 aprile 2008, Teodora Ciurar, unitamente ad un’altra donna, con la promessa di trascorrere una “piacevole serata” aveva attirato l’uomo in una zona isolata nelle campagne di Taormina. In tale circostanza, spacciandolo per un innocuo bicchiere di vino, le due donne avevano invece offerto un micidiale cocktail di barbiturici, anfetamine ed oppiacei all’ignara vittima che, a quel punto incapace di intendere e di volere, era stata poi depredata di vari oggetti in oro e circa mille euro che aveva con sé.

© Riproduzione Riservata

Commenti