Crisi, l’agenzia rivede il suo giudizio e dispone il passaggio da ‘A+’ ad ‘A’. Mantenuto outlook negativo

ratings

Standard & Poor’s ha abbassato il rating di lungo termine di 11 enti locali italiani portandoli da ‘A+’ ad ‘A’ mantenendo al contempo l’outlook negativo.

L’agenzia di rating, secondo quanto riporta una nota, ha tagliato il suo giudizio su: Bologna, la provincia di Mantova, la regione Marche, la provincia di Roma, la regione Sicilia, la regione Emilia Romagna, la regione autonoma del Friuli-Venezia Giulia, Genova, la regione Liguria, Milano e la regione Umbria. Allo stesso tempo Standard & Poor’s ha rivisto l’outlook da stabile a negativo e ha confermato il rating ‘A’ sul debito di lungo termine della città di Torino.

L’agenzia ha inoltre abbassato i rating di lungo termine da ‘A+’ ad ‘A’ e ha mantenuto l’outlook negativo sui bond emessi dalla regione Umbria con scadenza 2017, 2018 e 2019, e dalla regione Marche con scadenza al 2018, e dei titoli emessi dalla regioni Sicilia con scadenza 2016.

© Riproduzione Riservata

Commenti