La storia terrificante di Matej Curko, mostro slovacco che uccideva e mangiava le sue “prede” in un bosco

Matej Curko

Qualche settimana fa si era diffusa la notizia che tra le vittime di un cannibale slovacco ci fosse anche una ragazza italiana, scomparsa dal 2008 al 2010.

L’uomo adescava su internet le sue vittime, che in modo consenziente sceglievano di essere uccise e mangiate dall’uomo.

Il cannibale ha detto a un uomo svizzero conosciuto su internet di aver già mangiato altre persone, tutte malate, che sceglievano di suicidarsi in questo orrendo modo.

L’uomo conosciuto su internet allora gli dà appuntamento. I due hanno appuntamento e poi andranno in un bosco isolatissimo in cui nessuno può vederli. L’uomo svizzero si è rivolto alla polizia che ha preparato una trappola per il cannibale Matej Curko. Dopo aver preso un appuntamento, un agente si presenta al posto dello svizzero. Durante il percorso l’agente tenta di ammanettare il cannibale. Ci fu un conflitto a fuoco e Matej Curko rimase ucciso. Nel bosco sono stati recuperati i resti di due ragazze sparite tempo prima.

Tra i messaggi del cannibale si parlava anche di una donna italiana di 28 anni. La redazione del programma televisivo Chi l’ha Visto ha parlato con l’uomo svizzero che aveva denunciato la vicenda per chiedere cosa aveva detto lui Matej Curko a proposito di una vittima italiana.

L’uomo ha spiegato che in realtà il cannibale non ha mai detto di aver mangiato un’italiana. Era stato lo svizzero a parlare di una italiana sconosciuta decapitata tanto tempo prima di cui aveva recuperato una foto anonima su internet. Ma rimane l’orrore bestiale di Matej Curko, un essere che si può solo definire disumano e a dir poco spregevole.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=DyqqlNy3pG0[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti