“Ho la maggioranza per riforme. Intercettazioni? E’ uno Stato di Polizia. Manovra è un miracolo in tre giorni”

Silvio Berlusconi

Il Governo andrà avanti finché avrà la fiducia del Parlamento. E il parlamento sosterrà il governo fino alla sua scadenza naturale nel 2013, e questo consentirà all’esecutivo di completare quelle riforme che finora gli alleati gli avevano impedito di fare. Di questo ne è certo il presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, che è intervenuto telefonicamente all’assemblea degli amministratori locali del Pdl in Piemonte.

“Ci chiedono ogni giorno di fare un passo indietro. Stiano tranquilli, noi non possiamo dietro alle aspettative dei media, e l’opposizione: non ci dimetteremo se non dopo un voto di sfiducia del Parlamento, che ci sentiamo di escludere. Andremo avanti finche avremo in Parlamento una maggioranza solida, coesa, che si è confermata dal 14 dicembre in poi”.

La maggioranza, ha sottolineato, è “meno numerosa di quella con Fini, ma sicuramente più coesa e potremo fare le riforme necessarie, a partire dalla riforma della giustizia, del fisco, della riforma istituzionale dello stato”.

“Queste riforme sono dal ’94 nei nostri programmi”, ha ammesso. “Perché non le abbiamo fatte? Perché c’erano nella nostra maggioranza delle persone che si sono opposte. Se abbiamo un torto è che non siamo riusciti mai ad avere per il pdl il 51% dei voti. Abbiamo dovuto formare coalizioni e in queste coalizioni c’erano personaggi che non ci hanno permesso nemmeno di presentare la riforma della giustizia in parlamento”.

Berlusconi non ha parlato delle vicende giudiziarie, o dei problemi con Tremonti, soffermandosi ancora una volta sulla questione delle intercettazioni telefoniche: “Dobbiamo tornare ad essere un Paese davvero civile, libero – ha ribadito -.Oggi non lo siamo. Sapete bene che quando chiamate qualcuno al telefono sentite la morsa dello stato di polizia, e il fatto che non sentite le vostre parole inviolabili significa che non siamo più in uno stato di libertà”.

Con la manovra approvata dieci giorni fa il Governo ha fatto “un miracolo” e i cambiamenti sono stati solo “miglioramenti” non “confusione”. Il presidente del Consiglio afferma: “La prima preoccupazione in queste stettimane è naturalmente quella dell’economia, il Parlamento ha approvato una manovra economica di 54 miliardi, chiesta dalla Bce. Abbiamo avuto da loro assicurazione che sarebbero intervenuti sul mercato secondario con importanti interventi, massicci, sui nostri titoli pubblici, e in effetti l’hanno fatto. Hanno impegnato soldi che vengono dalla Bce, ma vengono in realtà da tutti i cittadini europei”.

Ha proseguito Berlusconi: “Quando abbiamo avuto prima l’impressione poi la certezza dell’attacco speculativo, ci siamo rivolti a loro, io personalmente al presidente Trichet, e loro ci hanno detto ‘siamo disponibili, dobbiamo difendere non solo voi ma l’euro, ma voi dovete fare dei sacrifici: anticipare il pareggio al 2013 e la manovra la dovete fare in queste 5-6 direzioni’, che ci hanno indicato in una comunicazione riservata. Io mi sono trovato a dovere mettere insieme una manovra da 54 miliardi avendo a disposizione solo tre giorni e mezzo. Ci hanno chiesto che la manovra la varassimo entro venerdì sera. Abbiamo operato su questa manovra in tre giorni e mezzo. Abbiamo fatto un miracolo, un vero e proprio miracolo”. E i cambiamenti successivi non sono frutto della “confusione”, ma solo “miglioramenti” di un testo messo a punto in fretta e furia. “Giornali e opposizioni si sono scatenati accusandoci di cose che invece erano miglioramenti”.

Fuori luogo, secondo il premier, anche le accuse di avere soffocato la crescita: “Ci accusano che la nostra economia corre meno di quella di Francia e Germania. Ma questi signori editorialisti ed opinionisti dimenticano che abbiamo ricevuto dai governi precedenti situazioni negative che nessuno può eliminare con la bacchetta magica: il debito pubblico, il gap infrastrutturale, un’evasione fiscale da 150 miliardi…”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=IsjSKCigV7c[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti