“Abbiamo contribuito a realizzare il tunnel tra il Cern e il Gran Sasso: cosi il ministro incappa in uno scivolone

Mariastella Gelmini

Pur di prendersi un po’ di merito per la scoperta del Cern destinata a riscrivere le regole della fisica, il ministero dell’Istruzione scivola sulla classica buccia di banana dichiarando al mondo di aver stanziato 45 milioni di euro per la costruzione di un tunnel tra il Cern e i laboratori del Gran Sasso. Peccato che Abruzzo e Svizzera non siano collegati da alcuna galleria.

Il comunicato stampa campeggia sul sito ufficiale del ministero dell’Istruzione ed è firmato da Mariastella Gelmini. Dopo i complimenti di rito agli scienziati che hanno condotto l’esperimento sui neutrini più veloci della luce, arriva la frase incriminata: “Alla costruzione del tunnel tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso, attraverso il quale si è svolto l’esperimento, l’Italia ha contribuito con uno stanziamento oggi stimabile intorno ai 45 milioni di euro”.

L’opposizione coglie la palla al balzo e, con Manuela Ghizzoni, capogruppo Pd in commissione cultura della Camera, commenta: “Maria Stella Gelmini, ministro dell’Istruzione che evidentemente digiuna di fisica, si fida di collaboratori che le mettono in bocca dichiarazioni che scatenano l’ilarità del globo”

Il ministero dell’Istruzione, chiamato in causa, replica con un nuovo comunicato, rimandando al mittente ogni critica: “Il tunnel di cui si parla nel comunicato non può essere per nessuna ragione inteso come un tunnel che collega materialmente Ginevra con il Gran Sasso. La polemica è assolutamente strumentale. Il tunnel a cui si fa riferimento è quello nel quale circolano i protoni dalle cui collisioni ha origine il fascio di neutrini che attraversando la terra raggiunge il Gran Sasso. Questa polemica è dunque destituita di fondamento ed è assolutamente ridicola”.

Come ormai avviene ogni volta ci si trovi di fronte a una notizia che ha dell’incredibile, la rete si scatena. E su Facebook sono migliaia i commenti alla gaffe del ministro Mariastella Gelmini. C’è chi trova un nuovo ruolo alla Gelmini storpiando il nome del suo dicastero, “ministro della distruzione” e chi, invece si mostra sospettoso: “E se invece avesse fatto una gaffe, il tunnel esiste ma noi non sappiamo nulla?”.

C’è poi chi sceglie, ed è inevitabile, l’ironia: “Sotto al tunnel famoce passà pure un treno!” e ancora: “Io l’ho fatto in moto. Nessun limite di velocità”.

Ma i commenti più frequenti, sui social network, attaccano duramente il ministro Gelmini. Tra questi, c’è chi cita una delle frasi più famose di Albert Einstein, le cui teorie sono ora messe in dubbio proprio grazie all’esperimento condotto dal Cern sulla velocità dei neutrini: “Si, in questo Einstein non sarà mai smentito: due cose sono infinite l’universo e la stupidità umana ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Ep30DRzA2g8[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti