Anche nel Gp Singapore il tedesco domina: dietro di lui la Red Bull di Webber. Ferrari solo quinta e sesta

Sebastian Vettel

La quattordicesima prova del mondiale di Formula Uno a Singapore vedrà, ancora una volta, Sebastian Vettel partire dalla prima posizione. L’attuale campione del mondo in carica e leader della classifica piloti conquista così l’undicesima pole stagionale. Sul circuito di Marina Bay Street il tedesco ha chiuso con il tempo di 1’46″381. Dietro di lui, l’altra Red Bull di Mark Webber mentre la seconda fila è tutta della McLaren con Jenson Button davanti a Lewis Hamilton. Solo quinte e seste le Ferrari di Fernando Alonso e Felipe Massa.

Già dal Q1 si capisce che Sebastian Vettel vuole a ogni costo la pole per tentare di chiudere la questione mondiale con netto anticipo. A farne le spese nel primo turno di qualifica sono gli italiani Jarno Trulli e Vitantonio Liuzzi, il primo ottiene solamente il ventesimo posto mentre il secondo non si scosta dall’ultima posizione. L’unica emozione del Q2 è il rischio corso da Kobayashi: il pilota della Sauber Ferrari prende ad alta velocità un cordolo e si schianta contro il muretto. Per il giapponese nessun problema ma viene sventolata la bandiera rossa.

Infine nel Q3 è sempre il tedesco a fare un vero super tempo (1’46″381, ottenendo così l’ennesima pole, la quattordicesima per la Red Bull e l’undicesima personale. Da segnalare che non sono partiti Schumacher, Sutil e di Resta e quindi in griglia scatteranno rispettivamente dalla ottava, nona e decima posizione.

© Riproduzione Riservata

Commenti