La casta salva l’ex braccio destro di Tremonti indagato nel caso P4: altro sfregio di un governo senza vergogna

Marco Milanese

Ancora una volta ha vinto l’illegalità. Oggi Milanese, deputato del Pdl è stato salvato dai colleghi parlamentari. Niente arresto per lui. Un altro corrotto che non pagherà. In questo paese non esiste più la certezza della pena, né quella di diritto. I signori che siedono al governo ormai fanno ciò che vogliono, beffeggiando il povero cittadino. Il paese è sull’orlo del baratro e il presidente del consiglio divertito smentisce tutto ciò che è emerso dalle intercettazioni, e s’intrattiene con le “donnicciole” di male affare. Cos’altro ancora deve accadere?

Il popolo italiano ormai è all’esasperazione, si fatica ad andare avanti, non c’è crescita economica, la disoccupazione ha superato il limite storico, e lo stato dov’è?

Il problema cruciale è che non vi è un’alternativa a questo governo, perché il PD non farebbe meglio. E poi, smettiamola con questi magistrati il cui unico scopo è arrivare in politica e comportasi come tutti gli altri.

Dove sono quegli uomini gloriosi che lottavano per le ideologie, per i valori veri e per il bene del paese?

Parole, parole, parole, soltanto parole“, cantava Mina in una delle sue più celebri canzoni. Siamo stanchi di sentire sempre le stesse notizie che non fanno altro che stressarci e temere per il nostro futuro. Un ministro del Pdl ha attaccato il Ministro Tremonti, oggi assente in aula, per la votazione sull’arresto di Milanese. Ha definito tale assenza una vergogna. Tale ministro probabilmente non sa cosa sia la vergogna. Non è forse vergognoso e immorale trascorrere le notti in compagnia di ventenni? Non è forse più vergognoso mandare in malora una nazione e portare sulla coscienza milioni di famiglie? L’onorevole inoltre, non ha dignità intellettuale, perché in occasione delle elezioni di qualche anno fa, esortava le donne a non votare il partito del Premier, perché lui “vedeva le donne solo in posizione orizzontale“.

Evidentemente, a seguito dell’incarico che le è stato donato, la sua opinione in merito è cambiata. Non è attraverso i talk show di poco conto che si fa politica, e purtroppo l’incapacità politica è evidente. Deludente, inoltre è il comportamento di quella categoria di donne che si prostituiscono per il successo e il denaro. Deludente, ancora, è il silenzio delle donne italiane dinanzi a queste squallide vicende. Dovremmo indignarci tutte per come siamo considerate. Siamo lavoratrici e madri oneste, siamo donne con dignità. Questo governo deve andare a casa, non possiamo e non dobbiamo lasciare che questi disonesti rovinino l’Italia, non lasciamoci travolgere da comportamenti che non sono nostri, cambiamo l’Italia per i nostri figli.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=kkdIPqYtmbA&feature=player_embedded#![/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti