Approvazione finale del testo prevista nel tardo pomeriggio di oggi. Governo ha posto la fiducia

caos a Montecitorio

La manovra di ferragosto è oggi alla Camera per l’ultimo via libera, garantito dal voto di fiducia posto dal governo. Intanto è in corso il faccia a faccia tra il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il premier Silvio Berlusconi che è salito al Colle per discutere della manovra. 

“Il consolidamento dell’euro è una priorità essenziale per l’Europa ma costituisce anche un interesse vitale per l’economia mondiale”, ha sottolineato il presidente della Repubblica, in un messaggio inviato alla riunione romana del “Forum Eu-Us Legal Economic Affairs”.

A Montecitorio sono in corso le operazioni per la prima chiama per il voto. Alle 18,30 inizieranno le dichiarazioni, sempre in diretta televisiva, per il via libera finale atteso in serata verso le 20.

Il presidente della Camera Gianfranco Fini ha sospeso la seduta dell’Aula della Camera per 30 secondi, dopo che a Montecitorio è comparso uno striscione mentre parlava il capogruppo della Lega nord Marco Reguzzoni, durante le dichiarazioni di voto sulla fiducia per la manovra. Fini ha chiesto ai commessi di “allontanare i disturbatori”. Lo striscione, esposto nella tribuna che sovrasta l’Aula, recitava: “Basta Lega, basta Roma, basta tasse”.

© Riproduzione Riservata

Commenti