Esordio in Champions contro i turchi: Gasperini cambia. Difesa a quattro, l’olandese dietro a due punte

Gian Piero Gasperini e Wesley Sneijder

Una falsa partenza, come quella di Usain Bolt ai Mondiali. In casa interista si spera di poter archiviare così, stanotte, il mezzo disastro di Palermo. Come per il giamaicano, arriva subito una seconda prova, altrettanto importante. La notte di Champions con i turchi del Trabzonspor vede l’Inter nel ruolo di favorita obbligata. Per cambiare marcia, però, la squadra di Gasperini deve cambiare faccia. E il tecnico pare intenzionato a farlo, con cambi di uomini e di assetto.

Certezze, non ce ne sono ancora. Ma più di una indicazione, più di uno spiffero, fanno pensare a un cambio radicale di modulo. Gasperini dovrebbe schierare l’Inter di coppa col 4-3-1-2: difesa a quattro con Ranocchia e Lucio centrali, e Jonathan e Nagatomo sulle fasce. Tridente offensivo che si trasforma, con Sneijder nella posizione naturale di rifinitore, e Pazzini centravanti, supportato probabilmente da Zarate, anche se esiste un’opzione Milito. Possibile qualche novità di uomini anche in mezzo, dove insieme ai senatori Zanetti e Cambiasso potrebbe schierarsi Obi, che al momento garantisce più freschezza e dinamismo di Stankovic.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=CXCHducPsTs[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti