Il Cavaliere in una pubblicità che invita a praticare ascetismo e meditazione orientale per autocontrollo

yoga con Silvio Berlusconi

Berlusconi che pratica esercizi di yoga per acquisire maggiore autocontrollo. Nei giorni in cui il self-control del nostro Premier è messo a dura prova dalla critiche dell’opposizione alla manovra finanziaria e dallo scontro con i giudici sul caso-Tarantini, ecco arrivare dall’Olanda l’ironico spot di Lotte, una scuola di yoga di Amsterdam, che prende di mira proprio il capo del governo italiano.

La rèclame invita Berlusconi a seguire lezioni di ascetismo e meditazione orientale per acquisire maggiore autocontrollo in modo da evitare nuove gaffe internazionali e uscite politicamente scorrette.

Lo spot, ideato dall’agenzia pubblicitaria «KesselsKramer», parte dall’idea che se si seguono gli insegnamenti dei maestri orientali e si praticano determinati esercizi fisici, a beneficiarne sarà soprattutto la propria anima. Nella pubblicità con Berlusconi, si vede un uomo che ha il volto del nostro Presidente del Consiglio, ma che presenta un corpo giovane e muscoloso mentre esegue alcuni esercizi di yoga. Sul cartellone compare la scritta: «Yoga per maggiore autocontrollo» (in un’altra versione sulla testa di Berlusconi vi è scritto «Yoga per anime turbate»).

Riprendendo la fama di gaffeur del nostro Premier e la sua nota esuberanza negli ambienti internazionali, così poco amata dalla stampa straniera, lo spot trasforma Berlusconi in un suo inconsapevole testimonial e lo invita a praticare gli esercizi meditativi orientali per acquisire maggiore autocontrollo ed evitare spiacevoli incidenti diplomatici. In fondo al manifesto si legge l’offerta promozionale dell’istituto: «Ogni essere umano ha diritto di provare lo yoga – dichiara lo slogan della scuola – Per questo invitiamo tutti coloro che ne avessero bisogno ad una lezione di prova per soli 5 euro».

Berlusconi non è il solo personaggio famoso ad essere usato dalla scuola di yoga per promuovere le proprie lezioni, ma è affiancato da altri due noti personaggi politici: Mahmud Ahmadinejad e Geert Wilders. Il primo, capo del governo iraniano, noto per le sue posizioni rigide e conservatrici è immortalato su uno dei manifesti della scuola, mentre pratica improbabili contorsioni fisiche. Sulla sua testa campeggia lo slogan: «Yoga per una mente più flessibile».

Geert Wilders, leader olandese del partito ultranazionalista Partij voor de Vrijheid, famoso per le sue idee antislamiche e populiste, è raffigurato in atteggiamenti meditativi e sul manifesto compare la scritta: «Yoga per essere più simpatico alle persone».

© Riproduzione Riservata

Commenti