A breve disponibile in farmacia: stop alla dipendenza, smettere non sarà più un problema. Ma c’è scetticismo

addio al fumo?

E’ dagli albori degli anni 2000 che gli scienziati sono impegnati a capire se questa scoperta avrà futuro o meno. Ebbene, pare che, dopo quasi dodici anni, qualcosa si sia mosso.

Gli occhi di tutti i fumatori incalliti, o meglio, di quelli che vorrebbero smettere, ma che proprio non ci riescono, sono puntati su NicVax, il nuovo vaccino che permetterebbe di risolvere una volta per tutte il problema.

Nonostante i molti scettici, secondo Scientific American, questa sostanza sarebbe in grado di insegnare all’organismo del fumatore ad attaccare la nicotina che entra in circolo attraverso il fumo. Il corpo umano a quel punto inizierebbe a produrre anticorpi capaci di catturare le molecole di nicotina che normalmente arriverebbero al cervello. È in questo modo che si spezzerebbe definitivamente il fenomeno della dipendenza.

Per “uscire dal tunnel” servirebbero in totale sei dosi del farmaco e al termine del trattamento, non sentendo più la dipendenza, il paziente dovrebbe riuscire a smettere di fumare senza alcuna fatica.

Se i risultati dell’ultima fase di sperimentazione – effettuata su circa 1.000 fumatori – dovesse andare a buon fine (i risultati si attendo entro fine settembre) si avrà il decollon del farmaco, prodotto dalla Nabi Biopharmaceuticals, previa approvazione della Food and Drug Administration.

© Riproduzione Riservata

Commenti