Caccia senza tregua a 3 terroristi arabi: 2 sono in America, l’altro invece nel Vecchio Continente

i bersagli di Al Qaeda, ieri e oggi

Si fa più concreto l’allarme attentati negli Stati Uniti, in occasione del decimo anniversario dell’attacco alle Torri Gemelle. I servizi segreti americani stanno cercano tre sospetti terroristi che apparterrebbero ad Al Qaeda e farebbero parte di una cellula che starebbe per compiere un attentato. Due di loro, di origini arabe ma con cittadinanza americana, sarebbero già negli Usa. Il terzo uomo sarebbe invece in Europa.

Gli investigatori sarebbero già risaliti all’identità di uno dei tre sospetti terroristi. L’allarme attentati sarebbe scattato dopo che i servizi di intelligence americani hanno intercettato un esponente di Al Qaeda in Pakistan che parlava di piani per un attentato a New York o Washington in coincidenza con l’anniversario dell’11 settembre.

Nelle ultime ore le misure di sicurezza a New York sono ulteriormente state inasprite. Molti i check-point lungo le avenue, con i poliziotti che fermano e controllano camion e automobili col supporto di cani anti-bomba. Una situazione che sta creando non pochi problemi al traffico della Grande Mela.

Controlli a tappeto anche in tutti i punti di ingresso alla città: dal George Washington Bridge, che unisce il New Jersey a New York, al tunnel che unisce il Queens a Midtown Manhattan, al ponte di Verrazzano e all’Holland tunnel che uniscono Dowtown Manhattan a Brooklyn e a Staten Island.

© Riproduzione Riservata

Commenti