Nasce un sito sull’11 settembre con ricordi, foto e articoli raccolti in un portale online dalle famiglie

11/9, paura e fuga dalle strade

“Questo è il giorno del matrimonio dei miei genitori. Si sono sposati l’11 settembre. Quel giorno mia madre doveva lavorare solo alcune ore e mio padre aveva organizzato una cena per festeggiare il loro anniversario”. Quella cena non c’è mai stata, la madre di Jan-Sheri Morris lavorava al Pentagono ed è una delle vittime degli attentati dell’11 settembre 2001. Ora questa foto, la sua storia, e i suoi ricordi finiranno come quelli di tanti altri sul sito “voci dell’11settembre”, un memoriale virtuale per non dimenticare le storie delle vittime e dei sopravvissuti.

A dirigerlo c’è Mary Fetchet.”Noi – spiega – passiamo in digitale le fotografie, i libri, gli articoli, gli omaggi, gli annunci funerari, i messaggi per segnalare i dispersi, tutti i ricordi che hanno le famiglie”.

Lei stessa ha perso suo figlio negli attentati alle Torri Gemelle. Tutto quello che le rimane è questo messaggio lasciato nella segreteria telefonica poco dopo il dirottamento del primo aereo contro la Torre 1.Lui la rassicura, le dice che è in salvo nella torre 2, è vivo e sta bene.

Qualche minuto dopo Brad, 24 anni, morirà nello schianto del secondo aereo.Tutti drammi, dettagli, pezzi di vita che senza il sito e le 11mila persone che hanno contribuito a realizzarlo andrebbero persi per sempre, perché come dice Jan Sheri queste foto non devono rimanere nei salotti per essere viste solo dai familiari, ma devono servire per rendere omaggio a tutte le vittime.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xkzn93_dossier-11-9-il-memoriale-virtuale-online-delle-vittime-www-voicesofseptember11-org-raccoglie-foto-s_news[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti