Al processo d’appello respinta la richiesta dell’accusa. Il giudice: “superflua”. Il 23 settembre la requisitoria

Amanda Knox

La corte d’assise d’appello di Perugia ha definito «superflua» la rinnovazione della perizia genetica chiesta dai pm, con l’ordinanza con la quale ha respinto l’istanza dei magistrati nel processo a Raffaele Sollecito e Amanda Knox per l’omicidio di Meredith Kercher. Una decisione presa al termine di una Camera di consiglio durata circa un’ora.

«La rinnovazione della perizia – hanno sostenuto i giudici – appare superflua a prescindere dalla sussistenza o meno delle lacune evidenziate dal Procuratore generale e condivise dalla parte civile. Gli accertamenti dei periti e gli elementi di valutazione forniti dai consulenti di parte consentono alla Corte di formarsi il proprio ragionato convincimento».

© Riproduzione Riservata

Commenti