L’ex tecnico nerazzurro all’attacco del club: “volevo Sanchez e Mascherano, non hanno voluto comprarli”

Rafa Benitez

Rafa Benitez vanta il primato di aver indotto a riabilitare l’immagine di Josè Mourinho anche tra i dissidenti. In sei mesi ha imposto idee tattiche e schemi complementari e, soprattutto, annullato quanto raccolto nell’era dell’epopea mourinhiana convinto che l’Inter dovesse mutarsi per vincere ancora, di nuovo.

Due titoli raccolti nella sua breve permanenza ad Appiano Gentile, la Supercoppa italiana e il Mondiale per club, non gli hanno giovato affatto e quell’esternazione dopo la vittoria della Coppa Intercontinentale (come si chiamava un tempo) in merito ai rinforzi da inserire in rosa a gennaio ai margini della celebrazione del titolo ne ha sentenziato di fatto l’esclusione dai piani societari. L’ex manager del Liverpool è tornato sul punto controverso che mette in discussione Marco Branca: il mercato. Il tecnico spagnolo voleva Alexis Sanchez e Javier Mascherano. Giocatori mai arrivati. E con cui avrebbe vinto dei titoli, stando a quanto dice lui.

“Barcellona e Real Madrid sono un gradino più alto rispetto alle altre, ma se dovessi dire il favorito punterei sul Barcellona che si è molto rinforzato con Fabregas e Sanchez, quest’ultimo lo volevo io all’Inter”. Il cileno dunque è stato vicino all’Inter anche grazie a Benitez che sperava di ricevere dal presidente Moratti quella pedina in grado di subentrare a Milito e Sneijder soprattutto nella prima parte. Benitez ha spesso giocato con Eto’o e Pandev, alternando anche il giovane Coutinho, la cui necessità di crescere era evidente per chiunque. A gennaio, con l’arrivo di Leonardo, è arrivato anche Giampaolo Pazzini dalla Sampdoria, oltre a Ranocchia che ha dovuto sostituire Walter Samuel che si infortunò gravemente nel match contro il Brescia dopo poche giornate di campionato. Gasperini ha chiesto e sono arrivati Forlan e Zarate, anche grazie alla cessione di Eto’o.

Non ha ancora trovato panchina, Benitez, ma il tecnico spagnolo rivela dei retroscena dei suoi ultimi mesi: “Indirettamente mi aveva contattato la Roma nei mesi scorsi, oltre a tre squadre in Spagna e due in Germania e alcune nazionali tra Asia e Africa, ma aspetto il momento e il progetto giusto”.

L’Inter? “Con i tifosi ho sempre avuto un ottimo rapporto e ho vinto due titoli in sei mesi, tra cui l’Intercontinentale”. Dalla società invece: “Mi sono state promesse tante cose, ma non hanno comprato niente. Chiesi Mascherano e anche Alexis Sanchez per gennaio, grande acquisto del Barcellona, quando ancora costava la metà”.

© Riproduzione Riservata

Commenti