Dopo la sfiducia, Giuffrida si è dimesso. Probabile ritorno dell’esperto manager, già direttore all’Asl 5

Francesco Poli

Salvatore Giuffrida si è dimesso. Il direttore generale dell’Asp Messina ha lasciato l’incarico ed ha già inviato la lettera ai competenti uffici della Regione.

Nelle scorse ore era stato, di fatto, ufficialmente sfiduciato dall’assessore alla Sanità, Massimo Russo, a seguito delle disastrose condizioni economiche in cui versa l’azienda 5. Insieme a Giuffrida si sono anche dimessi i colleghi delle aziende di Agrigento e Catania.

A Messina, le cifre del consuntivo 2010 parlano di un deficit di 26 milioni di euro, 18 in più rispetto a quanto concordato con l’assessorato. Uno sforamento sul quale più volte Giuffrida, confortato anche dall’appoggio dei sindacati, ha fornito spiegazioni, che però non sono bastate a Russo per farlo desistere dalla volontà di cambiare la direzione dell’azienda.

L’Asp di Messina sarà adesso commissariata. Si attende solo la definizione del provvedimento.

Al posto di Giuffrida dovrebbe arrivare un uomo di esperienza: una vecchia conoscenza della sanità messinese: il dott. Francesco Poli, già alla guida dell’allora Ausl 5 alla fine degli anni Novanta, ex direttore dell’Ospedale di Taormina e poi project manager del polo oncologico al Papardo. Adesso è al “Cannizzaro” di Catania ed è inoltre consulente dell’assessore.

E’ Poli il favorito. Ma si fa anche il nome dei dirigenti dell’assessorato Lia Muré e Angelo Aliquò.

La decisione sarà annunciata nelle prossime ore.

© Riproduzione Riservata

Commenti