La cantante, morta il 23 luglio scorso, avrebbe sperperato 13 milioni di euro negli ultimi anni

Amy Winehouse

Poco più di 3 milioni di dollari. A tanto ammonterebbe il patrimonio di Amy Winehouse, calcolato dall’Express Uk. Secondo il domenicale britannico, la cantante, morta il 23 luglio scorso a Londra, avrebbe sperperato milioni e milioni negli ultimi anni. Addirittura 13 i milioni di sterline spesi da Amy, tra regali agli amici e compere pazze, che avrebbe così lasciato ai familiari poco più di 3 milioni, tra immobiliari e società, ovvero la Cherry Westfield e la Cw Touring.

Un patrimonio in realtà in perenne ‘crescita’, visto il boom dei due album pubblicati dalla cantante tornati in vetta alle chart di mezzo mondo dopo la sua morte. A beneficiare dei 3 milioni di dollari saranno i parenti più stretti di Amy, ovvero l’adorata figlioccia e gli amati genitori, con l’ex marito Blake fatto volutamente fuori dal testamento.

Se subito dopo la sua morte il conto in banca era stato stimato in circa 6 milioni di sterline, oggi siamo andati incontro ad una brusca ed evidente ridimensionata, figlia anche dell’incredibile generosità che voleva Amy dare sempre una mano a chi chiedeva il suo aiuto.

Secondo un semplice calcolo, se fosse ancora viva la Winehouse sarebbe arrivata ben presto alla bancarotta, considerando le incredibili spese mensili, i tanti regali fatti agli amici più cari, e i mancati guadagni, figli di un’inattività che ormai si protraeva da anni.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xhhatd_amy-winehouse-love-is-a-losing-game_music[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti