Per il segretario del Pdl sarà ancora il Cavaliere il “pretendente” a Palazzo Chigi, ma la Lega frena

Angelino Alfano e Silvio Berlusconi

Nel 2013 Silvio Berlusconi sarà di nuovo il candidato premier. La coalizione vive della sua leadership ed è stato proprio Berlusconi l’uomo in grado di garantire l’unità, la coesione, la governabilità”. Angelino Alfano rilancia con queste parole la leadership di Berlusconi alla prima festa nazionale dei “Popolari d’Italia domani”.

E aggiunge: “Questa è una maggioranza solida con una guida sicura”.
L’ex Guardasigilli spiega poi l’iter della manovra dicendo: “Non siamo stati scarsamente compatti, ma siamo stati a riflettere su quale sia il punto di equilibrio di una manovra di sacrifici. Se si approva la manovra con la fiducia si dice che siamo in caserma, se ci sono gli emendamenti si dice che c’è il caos. E’ un paradosso”.

L’intervento è arrivato in risposta a una domanda in merito appunto alla manovra e alle critiche di chi ritiene che regni confusione e non ci sia compattezza nell’esecutivo.

L’unica certezza, ha ripreso il segretario Pdl, è che il saldo sarà di 45,5 miliardi di euro ed è “quello che stiamo cercando. È l’unica cosa che resterà invariata, il saldo non si tocca. Stiamo studiando una manovra che sia la più equa possibile e stiamo cercando di fare in modo che non paghino sempre gli stessi”.

Si è poi toccato il grande disaccordo che c’è tra maggioranza e opposizione proprio rispetto alla manovra, con le polemiche continue e le modifiche in corsa che alimentano il dibattito politico. Secondo Alfano, le critiche mosse alle ultime modifiche da parte dei partiti di opposizione fanno rilevare solo insoddisfazione.

Il ministro delle Riforme, Roberto Calderoli, reagisce all’annuncio del segretario del Pdl, Angelino Alfano, della candidatura a premier di Silvio Berlusconi alle elezioni del 2013. “Affrontiamo e superiamo la crisi e pensiamo a governare. Queste le priorità. Al 2013 pensiamo dopo e dopo esserci arrivati” commenta l’esponente leghista.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=cgbmzFIYTQA[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti