In manette Nedo Settimelli, sorpreso in compagnia di un 14enne. Lo hanno colto in flagranza i Carabinieri

Nedo Settimelli

Un conduttore televisivo di Arezzo, molto noto in zona, è stato arrestato con l’accusa di pedofilia. Nedo Settimelli, 68 anni, aretino, sarebbe stato sorpreso in compagnia di un quattordicenne. La segnalazione ai carabinieri sarebbe venuta dai genitori del ragazzino. Dopo aver inoltrato una denuncia, l’avevano fatto seguire dai militari dell’Arma. Settimelli si trova in carcere a Sollicciano. Pioniere dell’emittenza privata ad Arezzo, era attualmente impegnato con Arezzo tv, fatta risorgere di recente. Settimelli è noto anche per aver condotto lunghe maratone di solidarietà in tv.

La denuncia che ha portato all’arresto del conduttore tv era stata presentata dai genitori del quattordicenne un mese fa: erano insospettiti da certi movimenti del figlio e si sono rivolti ai carabinieri esponendo i loro dubbi. Le indagini, condotte dal sostituto procuratore Elisabetta Iannelli e sviluppate dai carabinieri di Arezzo, avrebbero portato a cogliere sul fatto il conduttore televisivo in atteggiamenti ritenuti «inequivocabili» ai fini dell’inchiesta e dell’ipotesi d’accusa.Attualmente Settimelli si trova nel carcere fiorentino di Sollicciano in attesa di essere sentito dal gip.

In giornata è in programma un incontro tra i genitori del minore e l’avvocato di famiglia Antonio Bonacci per decidere sull’eventuale costituzione di parte civile in caso di conferma dell’accusa. Sull’episodio massimo riserbo sia da parte dei carabinieri che della Procura che non hanno voluto aggiungere alcun particolare rispetto a quanto trapelato finora. Fondatore delle principali emittenti radiofoniche e televisive aretine, Settimelli è sullo schermo da quasi quarant’anni.«Sono caduto in una trappola, volevo solo organizzare una festa insieme a un gruppo di giovani». Secondo il suo avvocato Raffaello Giorgetti, Nedo Settimelli, avrebbe così respinto categoricamente l’accusa di pedofilia mossagli dal pm Elisabetta Iannelli.

Il legale, che ha parlato con il suo assistito, sta cercando di capire come organizzare la linea difensiva. L’arresto con l’accusa di pesanti molestie nei confronti di un quattordicenne aretino sarebbe avvenuto martedì sera all’interno dell’emittente televisiva «Arezzo tv» dove Settimelli lavora. I carabinieri, che stanno preparando un comunicato stampa per spiegare i particolari dell’operazione, avrebbero fatto irruzione negli uffici cogliendo l’anziano conduttore in atteggiamenti «inequivocabili» che hanno fatto scattare la flagranza di reato. Secondo i legali Alessandro Serafini e Antonio Bonacci che rappresentano i genitori, il minorenne proviene da una famiglia tranquilla e senza alcun disagio sociale.

© Riproduzione Riservata

Commenti