Successi, eccessi e una morte avvolta dal mistero: 17 anni dopo, non tramonta il mito della diva del porno

Moana Pozzi

Moana Pozzi come Marilyn Monroe? La diva americana scomparve nell’estate del 1962 alla sola età di trentasei anni. La causa del decesso, un cocktail di barbiturici e alcool. Si trattò di suicidio o di un complotto?

Il 15 settembre del 1994 si spegneva a soli trentatré anni per un cancro al fegato, presso l’ospedale Hotel de Dieu de Lyone, l’attrice hard Moana Pozzi. Morte avvolta da tanti misteri, troppe incongruenze, quesiti mai risolti. Perché tale decesso dichiarato non è mai stato documentato? Verità inquietanti sovrastano la famiglia Pozzi.

A fare chiarezza su questa triste e inspiegabile scomparsa è il biografo ufficiale e amico intimo di Moana, Brunetto Fantauzzi. Lo scrittore, ha sempre sostenuto nel suo libro “Moana, la spia nel letto del potere” biografia della pornodiva, la tesi di una “messinscena”, perché Moana forse è viva, ma altrove. Il meticoloso giornalista, produsse documenti importanti ai giudici per smentire i dubbi e le falsità sulla scomparsa della porno diva.  

Chi era Moana? Era una mangiatrice di uomini o una vittima di un sistema fitto d’intrecci tra politica, vaticano e malavita?

Il biografo rivela indiscrezioni che la pornostar gli confidò. Rivelazioni scottanti come la scomparsa di Emanuela Orlandi, la morte di Michele Sindona, la banda della Magliana ecc. confessioni di cardinali e uomini della malavita.

Moana scrigno di terrificanti verità, voluta morta perché scomoda? Tanti gli interrogativi, un mutuo di due miliardi di lire acceso nove mesi dopo il suo decesso e riscosso dal padre. Perché? Un figlio-fratello- nipote. Perché?

Il marito, sposato per gioco a Las Vegas, che dichiara di aver passeggiato con la diva il giorno prima della morte. Viene da chiedersi come poteva un malato terminale fare una passeggiata. Quali segreti inconfessabili si celano dietro questa morte apparentemente normale? Si parlò dei continui incontri tra la porno diva e l’allora Monsignor Milingo, il quale le aveva assicurato la guarigione dal suo male se, però avesse abbandonato quella vita oscena.

E se avesse realmente voltato pagina e fosse rinchiusa in qualche monastero di clausura?

Fantauzzi, denunciato, querelato, minacciato, assolto dalla procura di Roma, continua la sua battaglia affinché si faccia chiarezza sulla (presunta) morte di Moana.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=PLZ422wXQtw[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti