Il segretario Pdl e il ministro Sacconi al raduno del partito di Storace. Ci sarà anche Nello Musumeci

Angelino Alfano

Dall’8 all’11 settembre, presso il Parco “Giovanni Colonna Duca di Cesarò”, avrà luogo a Taormina la seconda festa nazionale de La Destra, intitolata “L’Italia in movimento”. All’evento è stato invitato anche Silvio Berlusconi, ma per concomitanti impegni istituzionali è ancora incerta la presenza del Premier, che nell’eventualità arriverebbe in Sicilia il pomeriggio del 10 settembre.  

“E’ iniziato – scrive Francesco Storace sul suo blog – il conto alla rovescia per la seconda festa nazionale de La Destra. Definito il programma, anche quest’anno ci troveremo a Taormina, nell’incantevole scenario della villa comunale, dall’8 all’11 settembre. L’appuntamento avrà come titolo “L’Italia in movimento”. Una sintesi del momento storico che stiamo attraversando e al tempo stesso un invito ad andare avanti nella concretizzazione delle nostre idee. Sarà un’occasione per tirare le somme della nostra attività sul territorio, confrontarci gli uni con gli altri e guardare al futuro del nostro partito. Una riflessione dovuta e per certi versi attesa, che sarà ampiamente affrontata nel corso delle giornate di dibattito che ci attendono. Tanti gli ospiti illustri che prenderanno parte alla nostra festa. Insieme ai dirigenti de La Destra e al sottosegretario Nello Musumeci, parteciperà all’appuntamento il segretario del Pdl, Angelino Alfano, col quale ci confronteremo sul futuro del centrodestra. Interverranno esponenti di governo come i ministri Romano e Sacconi, e altri autorevoli rappresentanti del centrodestra nazionale”.

“Importantissima – aggiunge Storace – sarà la data del 9 settembre, quando verrà presentata la nostra proposta di iniziativa popolare per l’introduzione del reato di omicidio stradale, per la quale stiamo raccogliemdo adesioni in tutta Italia, riscuotendo grande favore tra i cittadini che anche in questa battaglia ci sono accanto. Si parlerà poi di politica ed etica, della riaggregazione della destra, di lavoro e della questione meridionale. Non mancheranno appuntamenti con il mondo della cultura, come quelli con Pietrangelo Buttafuoco e Gianluigi Paragone, e la tradizione culinaria locale accompagnerà l’intera manifestazione che si chiuderà con il concerto di Marco Masini. Tanti saranno gli spunti di riflessione in questa kermesse, e sono certo che li affronteremo compiutamente e senza remore, come affrontiamo ogni giorno le sfide che ci poniamo e intendiamo superare”.

© Riproduzione Riservata

Commenti