Un gruppo di scienziati cinesi ha trovato il modo per evitare il rischioso impatto tra Apophis e la Terra

asteroide Apophis

Le soluzioni più semplici, molto spesso, sono le migliori. Sarà per questo che un team di scienziati cinesi ha proposto di risolvere il problema di Apophis, l’asteroide che nel 2036 potrebbe impattare sul nostro pianeta, semplicemente…. spostandolo. (Le 12 fini del mondo più spettacolari)

Sulle probabilità che la grande roccia spaziale, circa 270 metri di diametro, colpisca il nostro pianeta per fortuna non ci sono certezze. Gli astronomi la stanno studiando con attenzione dal 2004 quando è stata scoperta: ciò che si sa è che Apophis viaggia alla velocità di 20 km al secondo (72.000 km/h) e se dovesse effettivamente cadere sul nostro pianeta libererebbe un’ energia spaventosa.

Gli scienziati sono comunque convinti che la tecnologia, nei prossimi anni si svilupperà a un livello tale da metterci al riparo da questo pericolo. Una delle idee più creative viene dalla Cina.

Shengping Gong, Junfeng Li, and Xiangyuan Zeng dell’Università di Beijing, in un articolo pubblicato qualche giorno fa sull’autorevole rivista Research in Astronomy and Astrophysics (RAA), propongono la costruzione di un veicolo spinto da una vela solare che andandosi a schiantare sull’asteroide alla velocità di soli 90 km/h ne devii la traiettoria quel tanto che basta per evitare l’impatto con il nostro pianeta.

Si tratta di una soluzione tecnologicamente semplice che, se funzionasse, potrebbe metterci al riparo anche da altri pericoli simili.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=_GUCNzojtng[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti