Il serbo verso un clamoroso divorzio dai bianconeri: Conte non lo ritiene indispensabile. Ipotesi Chelsea

Milos Krasic

A Torino si è diffusa nelle ultimissime ore una voce di mercato che, qualora trovasse riscontri, avrebbe davvero del clamoroso. L’ultimo nome finito sul taccuino dei “possibili partenti” di Beppe Marotta sarebbe quello di Miroslav Krasic, giocatore serbo di indiscusse qualità ma che – al momento – non sembra riuscire ad inserirsi nel nuovo modulo tecnico di mister Antonio Conte e, con il quale, non riuscirebbe ad instaurare un rapporto positivo.

La posizione occupata da Krasic – l’esterno di centrocampo nel 4-2-4 – richiede una particolare duttilità tattica ed una predisposizione a mettere al servizio della squadra corsa e tecnica: fattori che il serbo non ha mai avuto come caratteristiche tipiche. Ecco perchè la società bianconera si sarebbe decisa a “mettere sul mercato” il proprio giocatore.

A tre giorni dalla chiusura del mercato pare però francamente impossibile che ci siano i tempi tecnici per imbastire una trattativa che abbia Krasic al centro del mirino: il costo del cartellino – 15 milioni – e la necessità di trovarne poi un sostituto, di fatto, rimandano ogni possibile discorso alla prossima estate.

Nelle ultime ore si è vociferato di un Chelsea vagamente interessato al giocatore (e offrirebbe in cambio Florent Malouda), così come l’Anzhi di Samuel Eto’o: tutti rumors che non hanno trovato conferma dai diretti interessati. Inoltre Krasic non pare intenzionato a lasciare la Juventus, dato che il ragazzo vorrebbe assolutamente dare continuità alla propria esperienza in bianconero. Insomma, sembra che più che una reale operazione di mercato la questione Krasic sia puramente dettata dalla volontà di “strigliare” il giocatore e spronarlo ad un maggiore impegno negli allenamenti ed in campo.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=I6znw2hlvo4[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti