Irina Lucidi chiede che le figlie Alessia e Livia non vengano dimenticate: “sono ancora vive, cerchiamole”

Alessia e Livia

La svolta sembra sempre più lontana e con il passare dei giorni diventa si affievoliscono le già flebili speranze di rivederle in vita. 

Sembra non esserci più nessuna novità sulle gemelline scomparse il 30 Gennaio scorso, Alessia e Livia Schepp: le due bimbe, infatti, sono scomparse alla fine di Gennaio durante la folle corsa in cui sono state trascinate dal padre, Matthias Schepp, dalla Svizzera all’Italia.

Nonostante le numerose ricerche e l’impiego di cani molecolari come ausilio per le indagini, delle due gemelline Schepp non c’è traccia dal 30 Gennaio scorso, e nemmeno gli avvistamenti sembrano aver dato l’esito sperato dai familiari delle bimbe. Alessia e Livia forse sono morte.  

La madre, Irina Lucidi, è disperata perché teme che con il calare dell’attenzione dei giornali sul caso delle due gemelline, possano spegnersi anche le speranze degli inquirenti che potrebbero così decidere di interrompere le ricerche: numerose sono state le richieste di aiuto da parte della donna, e soprattutto gli appelli per ritrovare Alessia e Livia, che secondo la madre sono ancora vive.

Si attendono, intanto, i risultati degli esami effettuati sul terriccio ritrovato sotto una delle scarpe del padre delle due bimbe, che si è suicidato dopo aver fatto sparire ogni traccia di Alessia e Livia gettandosi contro un treno nei pressi della stazione di Cerignola.

Che fine hanno fatto Alessia e Livia? Dove le ha portate il padre prima di uccidersi? Le ha davvero uccise? Quale terribile segreto ha portato con sè nella tomba?

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=kcJto8u37Hg&feature=related[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti