La polizia sta cercando un giovane che si nasconde dietro il nick “Terrorblanche”. In una foto una vittima

l'immagine del giovane killer

Un ragazzo bianco con un fucile in mano che mostra con orgoglio ai suoi piedi, come fosse un trofeo di caccia, un bambino nero, apparentemente senza vita.

L’agghiacciante immagine è postata su Facebook e la storia ha provocato un enorme scalpore in Sudafrica per poi diffondersi via web in tutto il mondo. La polizia sta ora cercando di identificare chi è l’uomo nella fotografia e chi a inserito il post. I vari siti esteri stanno dando aggiornamenti su questa inquietante storia.

La foto è stata pubblicata sul profilo il 24 giugno da un utente denominato «Terrorblanche Eugene», nome che richiama l’ex leader del Movimento di Resistenza Afrikaner (AWB) di estrema destra Eugene TerreBlanche, assassinato nell’aprile del 2010. Il portavoce del Ministero della Polizia, Zweli Mnisi, ha spiegato che sul caso è stata aperta un’inchiesta e invita chi dovesse riconoscere l’uomi ritratto nella foto (che potrebbe essere stata manipolata) a chiamare la polizia: «Se, infatti si tratta di un fatto reale quell’uomo deve essere punito».

Sul profilo di Facebook Terrorblanche si descrive come un impresario a cui piacciono la musica africana, i Simpson, le armi bianche e il fuoco e conta. Foto e bacheca non sono aperte a tutti, ma l’ultima volta che è stato possibile consultare la pagina TerrorBlanche contava 589 amici e numerosi sostenitori. «Coloro che hanno fatto commenti favorevoli potranno essere accusati di non aver denunciato il fatto, di razzismo e di abuso su minori» ha spiegato Miranda Giordano, direttore dell’istituto contro gli abusi sui minori. Per lui, l’accusa potrebbe essere omicidio (se l’immagine è reale) o lesioni gravi ad un bambino».

© Riproduzione Riservata

Commenti