Provvidenziale intervento dei Carabinieri: trovato in extremis un 52 enne ormai pronto a togliersi la vita

carabinieri in azione

Sventato un suicidio a Giardini. I Carabinieri della Compagnia di Taormina hanno, infatti, salvato la vita giovedì sera ad un medico di Giardini che si apprestava a porre in atto il proprio suicidio.

L’uomo è stato rintracciato in extremis nella tarda serata di giovedì, mentre vagava in una zona di campagna vicino al foce del fiume Alcantara.

Il medico si era allontanato dalla sua abitazione, esternando alla moglie propositi di suicidio con una corda o un filo di ferro. Così la moglie, preoccupata, ha avvertito subito i Carabinieri, informandoli che il marito, un 52enne di Giardini Naxos, si era allontanato da casa in preda a un forte stato d’agitazione, causato con tutta probabilità da una forma depressiva.

Decisivo si è rivelato l’immediato allarme lanciato dalla moglie ed il tempestivo intervento dei Carabinieri. I Militari dell’Arma, sovrintesi dal Capitano Gianpaolo Greco, hanno subito attivato, in pochi minuti, le ricerche dell’uomo e le hanno estese su un vasto territorio, con particolare riferimento ad alcune zone dove il medico si sarebbe potuto recare per compiere il tragico gesto. Dopo circa un’ora il 52 enne è stato rintracciato mentre vagava in una zona di campagna in prossimità della foce del fiume Alcantara.

Ancora in stato di shock l’uomo è stato condotto all’ospedale San Vincenzo di Taormina, per essere sottoposto alle attenzioni mediche di rito e dove lo hanno raggiunto i familiari ed in particolare la moglie.

© Riproduzione Riservata

Commenti