La lunga scena bollente dell’attrice, in “Un etè brulant” scalda il pubblico e gli addetti ai lavori del festival

Monica Bellucci

La lunga scena di nudo integrale di una Monica Bellucci in stato di grazia nel nuovo film del maestro francese Philippe Garrel “Un etè brulant” manderà in visibilio il pubblico maschile della Mostra del Cinema di Venezia. Ma quest’anno Venezia sarà sicuramente sede di accesi confronti a colpi di “nudi”: ecco i film che si preannunciano come i più caldi della rassegna.

Fra le scene “senza censura” che già infiammano il Lido entra a pieno titolo quella di Michael Fassbender. L’attore appare in più di una scena di “Shame” di Steve McQueen completamente nudo mettendo in mostra tutte le sue doti.

Fassbender vanta però anche un’altra “nomination” nella classifica “hot”, grazie all’interpretazione dell’atteso “A Dangerous Method” di David Cronenberg, in cui interpreta lo psicanalista Carl Jung al fianco della bellissima paziente e allieva interpretata Keira Knightley. Jung-Fassbender non solo va a letto con la sua paziente ma si lascia da lei condurre sul terreno sadomaso.

Piazzamento nella classifica “hot” anche per un’italiana: nell’opera prima di Nicholas Provost, “The Invader”, spicca infatti una Stefania Rocca coinvolta in un amplesso “con vista” da un grattecielo di Bruxelles, dove l’attrice viene posseduta da un immigrato africano (l’attore Issaka Sawadogo).

Stravolgimento anche per il contegno ottocentesco di “Cime Tempestose”, rivisitato da Andrea Arnold, dove violenza e sesso abbondano decisamente.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Zlap_-DyzU4[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti