Lo Special One già sicuro della panchina nerazzurra per il 2012 ma l’addio al Real potrebbe affrettare i tempi

Josè Mourinho

Josè Mourinho ha già un accordo con l’Inter per la prossima stagione. Le voci di un secondo “matrimonio” tra i nerazzurri e lo “Special One” si rincorrono senza tregua e tornano ancora una volta in primo piano. Nuove conferme rafforzano le indiscrezioni.

Mourinho, dunque, vuole lasciare Madrid e lo farà certamente a fine anno ma, come si sa, sta pensando di dimettersi adesso perchè non sopporta più l’ambiente madrileno e più in generale la stampa spagnola, per lo più schierata con il super Barcellona di Pep Guardiola. A quanto pare per il “vate” di Setubal è in arrivo una maxi-squalifica di 12 giornate per il brutto gesto nei confronti di Villanova nel dopo Barca-Real di Supercoppa. 

Il tecnico avrebbe ribadito anche in queste ore ai suoi collaboratori di non sentirsi tutelato dalla società e con Florentino Perez i rapporti si sono raffreddati.

E un’ulteriore conferma indiretta che Mourinho e l’Inter siano vicini arriva da Aurelio De Laurentiis, che conosce bene le vicende nerazzurre perchè molto amico di Massimo Moratti. Nel pomeriggio il presidente del Napoli si è lasciato scappare una battuta importante, a margine di una risposta all’ennesima domanda sul futuro di Lavezzi.

“Lavezzi all’Inter? La clausola rescissoria è di 32 milioni di euro, ho sentito Moratti al telefono. Mi ha detto che quest’anno, per ragioni economiche, non si può fare nulla. Credo che all’Inter ci sia una situazione con un tecnico nuovo”.

Il tecnico “nuovo” al quale si riferisce non è Gasperini che in effetti “nuovo” lo è ma rischia di essere già il passato. Gasp ha chiesto Lavezzi a Moratti, come aveva chiesto pure a De Laurentiis di tenerlo in squadra quando fù in trattativa per la panchina del Napoli. Eppure Moratti ha già mollato la pista Lavezzi, nonostante Gasperini voglia il Pocho.

“Il tecnico nuovo” che si intravede nella frase di De Laurentiis è quello che arriverà nei prossimi mesi. Moratti sta esitando sul mercato perchè, oltre il fattore riguardante il fair play finanziario, sa infatti che la panchina dell’Inter tornerà all’uomo del triplete, e allora perchè mettere mano al portafoglio in modo pesante per accontentare Gasperini che di fatto è solo di passaggio ad Appiano Gentile.

E’ ormai certo che Mou sarà di nuovo all’Inter nel giugno 2012 (c’è già un’intesa per un contratto biennale) ma attenzione alle evoluzioni di questi giorni, perchè Moratti sta seguendo da vicino la situazione “turbolenta” in atto a Madrid. Se il portoghese dovesse decidere di dimettersi, allora Gasperini avrebbe da subito il “fantasma” di Mourinho sulla propria testa.

Non è difficile immaginare, in quest’ultimo caso, che al primo segnale di difficoltà della squadra, il presidente nerazzurro coglierebbe al volo l’occasione per esonerare un allenatore che non era il primo della sua lista e che gli è stato imposto da Marco Branca (il quale ha stoppato la candidatura di Sinisa Mihajlovic, caldeggiata da Moratti).

Mourinho all’Inter: tra un anno o addirittura a campionato in corso. Mou non vede l’ora di riprendersi la squadra nerazzurra e vuole farsi perdonare dai tifosi l’addio immediato nella notte magica di Madrid. Il destino di Gasp sembra segnato in partenza.

© Riproduzione Riservata

Commenti