Artiglieria inesplosa sulle sponde del fiume. Gli ordigni, di origine tedesca trovati dai sub della Polizia di Perugia

sub alla ricerca dei proiettili

E’ uno dei più grossi ritrovamenti di ordigni bellici inesplosi nella regione: trenta proiettili di artiglieria controcarro, di fabbricazione tedesca, contenenti esplosivo ad alto potenziale sono stati individuati dal nucleo sommozzatori della polizia provinciale di Perugia. Il piccolo arsenale è stato rinvenuto lungo una sponda del Tevere, nella zona tra Perugia e Torgiano.

L’area è stata messa in sicurezza ed è costantemente controllata. Il ritrovamento è stato subito stato segnalato alla prefettura che, a sua volta, attiverà il reparto artificieri del genio militare per la bonifica. L’attività svolta dal personale del corpo di polizia provinciale – fa sapere una nota della Provincia –  si inquadra nel più generale concetto di ”polizia di prossimita”’ incentivato dal presidente dell’ente Marco Vinicio Guasticchi in un’ottica di ”prevenzione svolta a 360 gradi con lo scopo di contribuire alla sicurezza dei cittadini anche a fronte di rischi del presente e del passato, talvolta come gli ordigni bellici inesplosi ‘dimenticati’ ma proprio per questo ancora piu’ pericolosi”.

© Riproduzione Riservata

Commenti