L’Autorità Giudiziaria ha aperto un fascicolo per far luce sulla tragica fine del 25enne di Motta Camastra

falò di Ferragosto in spiaggia

La Procura di Messina ha aperto un fascicolo sulla morte del giovane F.F. di 25 anni, originario ddi Motta Camastra, avvenuta la notte di Ferragosto sulla spiaggia di Rocce nere, a pochi km da Taormina, in località Giardini Naxos. Il giovane è stato colto da una crisi respiratoria.

Prima gli amici e poi gli operatori del 118 hanno cercato di rianimarlo un massaggio cardiaco, ma non c’è stato nulla da fare. Il giovane stava partecipando a una festa sulla spiaggia.

La Procura sta seguendo gli sviluppi del caso e ha disposto l’esecuzione dell’autopsia. L’esame dovrà stabilire se il giovane avesse consumato alcolici o stupefacenti o se sia stato, invece, stroncato da un malore. Ad ora non c’è alcuna certezza.

I Carabinieri di Taormina stanno indagando e hanno sentito a lungo gli amici che erano con la vittima erano attorno a un falò acceso per festeggiare il ferragosto. Si sta tentando di ricostruire i fatti, attraverso i racconti. Al momento non si esclude nessuna ipotesi.  

Sin qui è emerso che il giovane era arrivato in spiaggia a mezzanotte. Un’ora più tardi il malore che ha stroncato la giovane vita di questo sfortunato ragazzo, che nelle prossime settimane avrebbe compiuto 26 anni.

© Riproduzione Riservata

Commenti