La mitica creatura di Mary Shelley torna di moda con i nuovi progetti di Tim Burton e Guillermo del Toro

il mitico Frankenstein

Il “mitico”  e la sua creatura, ideati da Mary Shelley nel 1818, già sbarcati decine di volte sul grande e piccolo schermo, fra horror come quelli con Boris Karloff, parodie come il cult Frankenstein Jr e rielaborazioni come il musical Rocky Horror Picture Show, tornano di gran moda ad Hollywood. Una decina di team creativi stanno lavorando a film ispirati al romanzo, con autori come Tim Burton o Guillermo del Toro.

Tra i progetti cinematografici uno dei più attesi è “Frankenweenie”, il film in animazione stop-motion in cui Tim Burton rielabora per la Disney in versione ‘lunga’ il corto da 30 minuti realizzato nel 1984 sempre per la casa madre di Topolino.

Protagonista è Victor, un bambino che, non riuscendo a superare il dolore per la perdita del suo cane, Sparkie, investito da una macchina, studia il modo per riportarlo in vita e ci riesce. Il film, che uscirà negli Usa il 5 ottobre 2012, avrà fra le voci originali Winona Ryder, Martin Landau e Martin Short. Resterà più vicino alla storia originale di Frankenstein, invece, Guillermo del Toro (“Il labirinto del Fauno”, Hellboy). Il regista, che sta lavorando alla sceneggiatura per la Universal, sul progetto ha detto solo che “sarà una cosa grossa, diversa da tutte le altre”.

La Fox porterà sul grande schermo la sceneggiatura su Frankenstein scritta da Max Landis (figlio di John), che ha riletto la storia in chiave originale. E’ partita la caccia al regista giusto per dirigerla e tra i candidati pare ci sia anche Paul Greengrass (The Bourne Supremacy, United 93). Il commediografo vincitore del Pulitzer per la sua piece Proof, David Auburn, sta lavorando alla sceneggiatura tratta dal romanzo di Peter Ackroyd The Casebook of Victor Frankenstein, per un film coprodotto da Sam Raimi. Nella pellicola si racconta un Frankenstein ragazzo che inizia le prime sperimentazioni con i cadaveri, influenzato dal poeta Percy Bysshe Shelley (marito di Mary, che nel film sara’ fra i personaggi).

Anche La Summit Entertainment punta sul prequel, con This Dark Endeavor: “The Apprenticeship of Victor Frankenstein”, adattamento del romanzo di Kenneth Oppel che dovrebbe avere la regia di Matt Reeves (Let me in), prodotto da Karen Rosenfelt, coproduttrice di “Twilight”. Haley Joel Osment (Il sesto senso), sarà Victor Franklin, studente che cerca di sconfiggere la morte, in Wake in the dead di Jay Russell, basato su una graphic novel di Steve Niles e coprodotto dall’ex chitarrista dei Guns ‘n’ Roses, Slash.

Dovrebbe diventare film, per la regia di Stuart Beattie, anche un’altra graphic novel, “I, Frankenstein” di Kevin Grevioux, in cui la ‘creatura’ lavora come detective privato in una città abitata da mostri. Fra gli altri progetti: Craig Fernandez sta scrivendo un Frankenstein contemporaneo per la Sony; Ralph Winter and Terry Botwick stanno sviluppando l’adattamento dei romanzi di Dean Koontz su un Frankenstein del 21esimo secolo, mentre a Ryan Murphy, creatore di “Glee”, è stato offerto dalla Fox2000 di dirigere un remake di Rocky Horror Picture Show.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=VtVaeVTdEL0[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti