Il brasiliano vuole riconquistare la nazionale ma non ha più spazio al Real: a fine mercato tornerà rossonero

Kakà

Kakà va al Milan all’ultimo minuto. Il club rossonero attende, l’affare si sbloccherà in extremis: c’è ottimismo. Si deciderà tutto nelle prossime due settimane, quando il Real Madrid giocherà quattro partite (le due con il Barcellona in Supercoppa e le prime due giornate di campionato con Athletic Bilbao e Saragozza).

Come previsto, Kakà comincerà da spettatore. Se verrà emarginato da Mourinho, accetterà di ridursi l’ingaggio e tornerà milanista.

Il brasiliano, desideroso di riconquistare la nazionale in vista dei Mondiali del 2014, vuole prima capire, dunque, quale sarà il suo ruolo nel Real per poi decidere il suo futuro, che pare ormai tingersi sempre di più rossonero.

Restare al Real Madrid con uno stipendio super ma avere un ruolo tutt’altro che primario, rischiando di rimanere fuori dai Mondiali 2014, oppure andare al Milan riducendosi notevolmente lo stipendio, ma tornando ad essere protagonista, dimostrando di non essere ancora finito. Il tutto da definirsi negli ultimi giorni di mercato, viste le premesse. Intanto il brasiliano nella Supercoppa spagnola partirà dalla panchina, come ha riferito lo stesso Mourinho in conferenza stampa, essendo l’ultima scelta del reparto offensivo.

Sei le stagioni del trequartista classe 82′ passate in rossonero, sei anni indimenticabile per ogni tifoso, sei anni ricchi di successi e soddisfazioni, dallo scudetto 2003-04, dove ha contribuito con un bottino personale di 10 reti, alla Champions League vinta nel 2007, conclusa da capocannoniere con 10 reti. In rossonero, inoltre, ha vinto anche il Pallone d’oro 2007.

I tifosi milanisti lo adorano, così come l’ambiente, che lo riaccoglierebbe a braccia aperte. Inizialmente si pensava che il ritorno sarebbe stato più semplice e che già il 21 agosto Kakà avrebbe avuto la scena per sè al trofeo Berlusconi: sbarcherà a Milano qualche giorno dopo.

L’unico ostacolo pare essere il costo dell’operazione ma se Kakà dovesse accettare di ridursi l’ingaggio e di approdare in rossonero in prestito, il sogno dei tifosi milanisti, ancora legati all’ex numero 22 rossonero, sarà destinato a trasformarsi in realtà.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=dicqGqvRmfU[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti