Mille e 595 cattedre per insegnanti e 2.072 posti per il personale Ata: è la dote assegnata dal ministro Gelmini

assunzioni disposte dal Ministero

Mille e 595 cattedre per gli insegnanti e 2.072 posti per il personale Ata (amministrativo, tecnici e ausiliario). Ecco la dote di assunzioni assegnata alla Sicilia dal ministro Gelmini. Il decreto è stato pubblicato nella serata di ieri. Vediamo per ogni singola provincia quanti posti potranno sfruttare i precari siciliani per stabilizzarsi. Alla scuola elementare dell’Isola non sono destinate assunzioni e il contingente generale per ogni provincia e gradi di istruzione è stato suddiviso in due parti: un terzo dalle liste del 2010/2011 e due terzi dalle liste 2011/2012.

Palermo. Quella del capoluogo siciliano è una delle province più penalizzate d’Italia. In tutto sono 317 le cattedre che tra pochi giorni verranno assegnate ai precari: 110 dalle graduatorie dell’anno scolastico 2010/2011 e 207 dalle graduatorie nuove. Venticinque posti andranno alla scuola materna – un terzo dalle vecchie graduatorie e due terzi dalle nuove – 112 cattedre agli insegnanti di scuola media, 54 ai colleghi delle superiori e 124 posti ai docenti di sostegno. Due posti andranno al personale educativo. Al personale Ata andranno 710 posti, di cui 612 di bidello.

Catania
. Alla provincia etnea toccheranno 30 cattedre di scuola materna, 153 di scuola media, 61 di scuola superiore e 172 di sostegno. I posti per il personale Ata saranno 706, di cui 481 andranno ai bidelli.

Agrigento
. I precari della provincia di Agrigento potranno contare su 34 cattedre di scuola dell’infanzia, 71 di scuola media, appena 18 per i professori delle superiori e 13 per gli insegnanti di sostegno. Il contingente per il personale Ata è ridottissimo: solo 13 posti, di cui nessun bidello.

Caltanissetta
. In provincia saranno 15 le cattedre assegnate alle maestre della materna, 43 per i colleghi della media e 33 per i prof delle superiori. Ai docenti di sostegno precari toccheranno 25 cattedre e al personale Ata 24 posti, di cui 6 per i bidelli.  

Enna
. Nella piccola provincia di Enna riusciranno a stabilizzarsi 9 insegnanti di scuola dell’infanzia, 32 professori di scuola media, 17 colleghi della scuola superiore e 12 insegnanti di sostegno. In totale, saranno 48 i posti per il personale Ata, 35 a favore dei bidelli.

Messina
. Nella città dello Stretto saranno 37 le maestre di scuola materna che acciufferanno il posto fisso. Saranno 27 i colleghi della media e 26 quelli delle superiori che avranno lo stesso destino. Infine, riusciranno a stabilizzarsi 48 insegnanti di sostegno e 152 non docenti, di cui 122 bidelli.

Ragusa
. A Ragusa e provincia il ministero ha assegnato 39 cattedre di materna, 54 di scuola media, 51 di scuola superiore e 32 di sostegno. Il personale Ata precario potrà fruire di 159 posti, 101 dei quali andranno ai bidelli.
Siracusa. In tutto, in provincia di Siracusa, saranno 139: 29 per la materna, 58 a favore degli insegnanti della scuola media, 24 per i colleghi delle superiori e 28 per il sostegno. Gli Ata potranno contare su 146 posti di bidello e 33 di altre figure.

Trapani
. Alla provincia di Trapani toccheranno meno di 100 cattedre: 12 per la scuola dell’infanzia, 26 per la media e altrettante per il superiore. saranno 23 le cattedre per il sostegno e 81 per il personale Ata, 58 dei quali saranno occupati da bidelli.

© Riproduzione Riservata

Commenti