Ha rubato un pacco da 2 euro, è in tribunale dal 2008: la sentenza di assoluzione sarà annullata per vizio di forma

processi lunghi in Italia

Un presunto furto di un pacco di biscotti del valore di poco meno di 2 euro a Trento vale almeno tre anni di processo.

La vicenda inizia nel 2008, quando un quarantenne trentino viene sorpreso mentre tenta di uscire da un supermercato con un pacco di biscotti nascosto sotto la giacca. Lo riconsegna agli addetto, ma scatta la denuncia, come da prassi. E da allora il processo resta in piedi. Il primo grado si era tenuto nel maggio del 2010, con assoluzione. Il giudice aveva ritenuto non ci fossero prove.

La Procura generale aveva presentato ricorso, ma intanto è stata accolta la richiesta del difensore dell’uomo, e la prima sentenza è stata annullata per un vizio di forma: la ragione sta nel fatto che non era stata dichiarata la contumacia dell’imputato, ma era stato definito semplicemente «non presente». Tutto da rifare: il prossimo appuntamento in aula è per novembre.

© Riproduzione Riservata

Commenti