Storace invita anche quest’anno il Premier nella città jonica al meeting in agenda dall’8 al 10 settembre

Silvio Berlusconi

La Destra torna a Taormina per il secondo appuntamento con la Festa Nazionale del partito. Dall’8 al 10 settembre, infatti, ad un anno di distanza dalla prima edizione sarà ancora una volta il Parco Giovanni Colonna Duca di Cesarò (villa comunale) ad ospitare “Italia in Movimento”, il meeting che vedrà a raccolta esponenti e simpatizzanti del partito, con tavole rotonde aperte al pubblico e vari ospiti.

Anche stavolta, come lo scorso anno, il partito di Francesco Storace ha invitato a Taormina il premier Silvio Berlusconi, il quale proprio un anno fa, dal palco del PalaCongressi, annunciò l’ingresso de La Destra nella squadra di governo, promessa e poi concretizzatasi con la nomina di Nello Musumeci a sottosegretario al Lavoro e Politiche Sociali.

“Questo secondo appuntamento – spiega Storace – avrà per titolo “Italia in movimento”, e sarà articolato in due momenti: al mattino, una serie di incontri tra eletti e dirigenti territoriali, e al pomeriggio tavole rotonde aperte a tutti, con ospiti di diverso orientamento politico. I temi trattati saranno quelli legati all’attualità politica: la riaggregazione della destra, verso quale coalizione per tornare a vincere, l’etica e la politica, il confronto su Nord e Sud; i costi della politica”.

Ai lavori prenderà parte il segretario regionale del partito, Gino Ioppolo, Saranno ospiti il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Maurizio Sacconi, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Carlo Giovanardi, il ministro per l’Attuazione del Programma, Gianfranco Rotondi, e il segretario del Popolo della Libertà, Angelino Alfano.

La manifestazione vedrà nel suo svolgimento pomeridiano incontri sulla cultura di destra, con la partecipazione di personalità come Marcello Veneziani e Pietrangelo Buttafuoco. Saranno allestiti spazi per l’intrattenimento, lo spettacolo e la gastronomia, con particolare riferimento alle peculiarità culinarie siciliane. Taormina, dunque, per tre giorni tornerà ad essere al centro della politica nazionale, con un appuntamento reso ancor più importante dal momento difficile che sta vivendo l’economia del Paese.

© Riproduzione Riservata

Commenti