Colonnello in lutto: Khamis Gheddafi colpito durante un raid della Nato. A maggio fu ucciso invece Saif al-Arab

guerra in Libia

 
Uno dei figli di Muammar Gheddafi è rimasto ucciso in un raid aereo della Nato in Libia. Lo hanno annunciato i ribelli di Bengasi. Per ora nessuna conferma dal regime e dall’Alleanza. La vittima sarebbe Khamis Gheddafi, settimo e ultimo figlio del Colonnello, eliminato a Zliten, 150 chilometri a est di Tripoli.

Al-Arabiya, riferisce che nell’attacco sono morte anche altre 32 persone. Khamis, nato nel maggio del 1983, è il figlio minore del rais. Comandante della 32/a Brigata, la più temuta, è in prima linea sul fronte contro gli insorti, che lo hanno definito ‘il macellaio’.

Era stato dato per morto già nel marzo scorso, quando i jet della Nato hanno colpito i carri armati della 32/a che marciavano verso Bengasi. Pochi giorni dopo però era ricomparso in pubblico.

Se confermato, sarebbe il secondo figlio di Gheddafi ad essere rimasto ucciso nei raid Nato: l’altro e’ Saif al-Arab, morto con tre nipoti del rais nel maggio scorso, come annunciato dal regime di Tripoli.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=2VziwIJJjPQ[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti