No della Camera alle intercettazioni sull’inchiesta G8, via libera ai tabulati del “braccio destro” di Tremonti

Verdini e Milanese

L’aula della Camera ha detto sì ai magistrati napoletani che chiedevano l’uso dei tabulati telefonici facenti capo a Marco Milanese e l’apertura delle sue cassette di sicurezza. I sì sono stati 538, i no 28. Alla seconda votazione, quella riguardante l’apertura delle cassette di sicurezza, i sì sono stati 545 e i no 23.

No all’uso delle intercettazioni di Verdini. La Camera, come già la giunta per le Autorizzazioni, ha respinto a maggioranza (301 voti contrari, 268 favorevoli e tre astenuti) l’autorizzazione all’utilizzo delle intercettazioni telefoniche riguardanti Denis Verdini (Pdl). La richiesta era stata avanzata dalla procura della Repubblica dell’Aquila nell’ambito dell’inchiesta “G8”.

Milanese: sono innocente, concedere autorizzazione. Milanese, intervenendo in Aula alla Camera nel dibattito sulla richiesta della procura della Repubblica di Napoli, ha ribadito la richiesta di concedere l’autorizzazione. «Io sono innocente – ha detto – Nessuno di questi fatti è vero e ho un solo modo per dimostrarlo al più presto, di liberami dall’onta che mi sovrasta: che le indagini proseguano e vadano a compimento nel più breve tempo.

© Riproduzione Riservata

Commenti