L’ex igienista indagata nel caso Ruby: “non sono una maitresse, ho la coscienza pulita”. “Vieri? Solo un amico”

Nicole Minetti

Prima lo scandalo di Arcore, poi l’indagine con l’accusa di sfruttamento della prostituzione, e infine i paparazzi che la assediano e l’hanno anche “beccata” con Bobo Vieri: Nicole Minetti è sempre più al centro dei riflettori.

E le si sfoga. “Mi hanno definita la maitresse, a volte sembro fredda come Crudelia Demon, ma sono il contrario, pure un po’ goffa. In questo periodo sono anche crollata. Una sera mi sono chiusa in bagno non riuscivo a smettere di piangere”.

Così la Minetti, la consigliera regionale indagata nel caso Ruby, si “confessa” in un’intervista.

“Ero disperata, avevo il singhiozzo e mi mancava l’aria”, ha raccontato la Minetti, che l’altro giorno è stata insultata per strada da una donna, in pieno centro a Milano.

«A lungo ho avuto problemi a dormire la notte. Il riscatto? Non arriverà certo con il terzo grado di giudizio. Ho la coscienza pulita». Infine, sui motivi che avvrebbero scatenato la rabbia della passante, la Minetti ha commentato: «Non è odio, piuttosto invidia. Ma mi è capitato anche che alcune ragazze di 15, 16 anni mi fermassero per chiedermi una foto: ne sono orgogliosa».

Intanto, le forme “esplosive” della Minetti al mare sono già al centro di un motivetto tormentone che impazza sul web….

© Riproduzione Riservata

Commenti