Torna di modo un affare annunciato. Il giocatore non vuole più stare a Manchester e Galliani medita il colpo

Mario Balotelli

Le dichiarazioni di Mario Balotelli nel post partita con l’Inter potrebbero cambiare le strategie del Milan in sede di calciomercato. Si sa che Galliani ammira Supermario e qualora sia l’italo-ghanese a voler tornare in Italia, il club rossonero coglierebbe al volo l’occasione. Le parole di Balotelli fanno proprio pensare a questo. “Sto male a Manchester, mi manca la mia famiglia”. Nostalgia alla Tevez, che infatti lascerà la Premier. Il City però dovrebbe trovare un’alternativa. Se l’Apache è stato sostituito con Aguero, chi potrebbe prendere il posto di Supermario? Forse Nasri o Sneijder, se si vorrà puntare su di un trequartista e rinunciare a una punta. Ma questo è un problema di Mancini.

Piuttosto Balo sarebbe davvero utile al Milan? Valutiamo i pro e i contro. A favore giocano l’età e il talento di Mario. E forse anche il prezzo: il City lo acquistò per 28 milioni di euro la scorsa estate. Difficile possa chiederne di più, dopo un’annata tra alti e bassi. Si dovesse arrivare agli ultimi giorni di mercato, addirittura si potrebbe puntare allo sconto. Come per Robinho lo scorso anno. In più ci mettiamo anche i rapporti umani: la sintonia tra Adriano Galliani e Mino Raiola potrebbe dare stabilità al bizzoso Balotelli. Così come il ritorno a Milano, vicino alla famiglia, inciderebbe positivamente sul suo umore.

Fin qui i pro. Ma vanno valutati anche i contro. Il primo è la collocazione tattica. Di attaccanti il Milan ne ha fin troppi. Che se ne farebbe di Balotelli? Allegri potrebbe rinunciare al trequartista, spostare Boateng in mediana e lanciare l’attacco a tre. Pato-Ibra-Balotelli, mica male.

Il problema sarebbe però stabilire chi corre e chi si sacrifica tra quei tre. Cosa che per il tecnico di Livorno conta anche più del tasso tecnico. Vedi il trattamento riservato a Ronaldinho e Cassano. Una seconda considerazione è proprio il rapporto con Ibra: tempestoso ai tempi della convivenza all’Inter.

Raiola può metterci una pezza, ma tenere due galli così in un unico pollaio non è affar semplice. In ultimo ci sta anche una considerazione di mercato: i soldi spesi per Balotelli impedirebbero probabilmente al Milan di rafforzare il centrocampo. Niente mezz’ala e si sa quanto Boateng non ami giocare più indietro. Insomma, forse l’urgenza sarebbe un colpo in mediana, più che un’altra punta.

© Riproduzione Riservata

Commenti